Pareggio beffa della Salernitana a Vercelli. Menichini: “Dobbiamo correggere i difetti”

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui
menichini salernitanaPareggio beffa ieri pomeriggio per la Salernitana in trasferta a Vercelli. La squadra di Menichini ha sprecato nel finale la possibilità di portare a Salerno tre punti importantissimi per allontanarsi dalla zona bassa della classifica.
Non è bastato il goal del solito Coda al 3o minuto del primo tempo; all’84 minuto Beretta riporta i conti in parità per la Pro Vercelli.
La squadra di casa era scesa in campo con un sorprendente 4-3-3 che ha scombussolato tutta la strategia studiata da Menichini che puntava ad isolare il centrocampista avversario Castiglia. Ed invece Foscarini ha creato una squadra molto aggressiva, facendo andare a monte tutti i piani dell’allenatore della Salernitana.
Sofferenza per la Salernitana durante la prima frazione di gioco che non riusciva ad arginare le manovre laterali dei centrocampisti del Vercelli. Evidente la sofferenza della squadra di Menichini che fino al 25esimo minuto sembrava non essere nemmeno in campo. Le cose cambiano improvvisamente allo scoccare della mezz’ora di gioco quando gli attaccanti granata si svegliano uscendo dai blocchi difensivi rivali e permettendo ai compagni di squadra di distendersi sul terreno di gioco. Ci provano Donnarumma e Nalini senza centrare la porta, poi al 30esimo Coda, dimenticato da tutti in difesa, salta di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo e la mette lì dove Pigliacelli non può prenderla.
Nonostante il vantaggio, la squadra granata non riesce a organizzare la fase difensiva, rischiando più volte di essere raggiunta sul risultato anche a causa di ingenuità come l’ingenuo fallo di mano di Ikonomidis.
Sull’infortunio di Odjer prende il suo posto Pestrin che ha numerose difficoltà a giocare con Ronaldo.
Il secondo tempo si apre con entrambe le squadre aggressive. L’occasione per chiudere la partita arriva ai granata con un contropiede orchestrato da Nalini, con Donnarumma che non viene trovato da Coda nell’ultimo passaggio davanti la porta di Pigliacelli.
I padroni di casa non si perdono d’animo e passano al 4-2-4 creando una vera gara uomo contro uomo, con duelli individuali a tutto campo che però non portano alla realizzazione.
Nell’ultimo quarto d’ora di gara Foscarini mette in campo Beretta per affrontare il finale di gara con un quartetto offensivo. I granata, sofferenti ma ancora in vantaggio, passano al 5-3-1-1 con i cinque difensori restano allineati ma bloccati. Di questa situazione ne approfittano i padroni di casa con Beretta che al 34esimo del secondo tempo firma il goal del pari sull’uscita a vuoto di Terracciano.
Finisce quindi in parità la gara tra Pro Vercelli e Salernitana, pari che non va proprio giù a Leonardo Menichini:
“Il pareggio rispecchia l’andamento della gara, ma è difficile essere soddisfatti quando sei in vantaggio e vedi la vittoria a portata di mano, spiega Menichini. Avevamo preparato due tipi di gara, a seconda se la Pro Vercelli si fosse disposta con il 3-5-2 o il 4-3-3. Abbiamo tenuto bene il campo, ho deciso di passare al 5-3-2 quando mancava un quarto d’ora alla fine. Pensavo di riuscire a portarla in porto ed ho voluto rinforzare la difesa contro i quattro attaccanti della Pro Vercelli. Nalini aveva chiesto il cambio, Odjer purtroppo ha avuto un problema muscolare durante la partita. Gatto sottotono? Non è facile entrare subito in partita, ognuno ha dato il suo contributo. Dobbiamo correggere i nostri difetti e giocare qualche palla in più, dovevamo essere più attenti”.
Ma oggi è già troppo tardi per pensare alla Pro vercelli: martedì la Salernitana sarà di nuovo in campo all’Arechi di Salerno contro il Vicenza.
“Vediamo chi recuperiamo, continua Menichini, Bernardini potrebbe rientrare. Dobbiamo mettere in campo gente che sta bene. Il fattore atletico sarà determinante, mi dispiace non poter scegliere al meglio ma abbiamo sostituti all’altezza. Moro è fermo da qualche giorno, vediamo come starà. Odjer è da valutare domani, attendiamo gli esami strumentali per capire se riscontrano qualcosa. Domani ci alleniamo qui e rientriamo in serata, facciamo la conta dei disponibili ma anche gli altri hanno poco tempo per prepararla. Ora ci aspettano due partite importanti contro Vicenza e Livorno. Cerchiamo di dare continuità alle prestazioni”.

  •   
  •  
  •  
  •