Gattuso day e novità sulla crisi societaria del Pisa

Pubblicato il autore: Al Rey Segui

Gattuso Day e novità sulla crisi societaria del Pisa

Il 25 giugno in Canada è il Gattuso day, istituito nel 2007 in onore del grande atleta. Oggi l’allenatore del Pisa è in vacanza e rientrerà (forse) il 10 luglio 2016, sperando di trovare l’assetto societario del Pisa in migliori condizioni

Il Gattuso day è stato annunciato dalle autorità di Osawa il 27 giugno 2007 per rendere omaggio all’ex giocatore rossonero tributandogli la cittadinanza onoraria. La città canadese abitata da circa 140.000 persone ha riservato al campione del mondo un’accoglienza eccezionale, ospitandolo una serata di gala organizzata dalla federazione dei calabresi dell’Ontario. In quell’occasione Rino Gattuso aveva incontrato anche gli studenti delle scuole elementari e medie del centro Columbus e gli imprenditori della città. Come si legge sulla Gazzetta dello Sport di allora, Gennaro Gattuso è stato molto contento dell’istituzione del Gattuso day.

“Un grande onore che mi riempie di orgoglio. Avere una cittadinanza onoraria in Canada, proprio non me l’aspettavo. Mi sembra di stare in Italia; sto scoprendo molte cose che non mi aspettavo. Soprattutto, sono rimasto sorpreso da queste persone e dal loro orgoglio di essere italiani. Sapevo che qui vivono circa 600mila italiani, ma mi ha sorpreso come sentono le loro radici, più degli italiani che vivono ancora nella penisola”.

Gattuso day e crisi societaria

Il 25 giugno 2016 non è proprio il momento migliore per ricordare il Gattuso day, perché l’allenatore del Pisa, dopo aver portato la squadra del fallimento alla serie B potrebbe essere esonerato. Il malcontento a Pisa è altissimo, perché le vicende societarie non lasciano intravedere una soluzione e la città, che ha vissuto tanti momenti brutti dal punto di vista calcistico, dopo aver intravisto la luce con Rino Gattuso se lo vede portare via a causa di mere vicende economiche e societarie. La popolazione non ci sta, ma non può fare nulla, la situazione societaria del Pisa è drammatica e la permanenza di Rino Gattuso in forte dubbio.

L’ultima riunione con i soci del Pisa

L’ultimo incontro per definire il nuovo assetto societario dell’Ac Pisa 1909 c’è stato venerdì 24 giugno, con una riunione tra gli amministratori, che si parlavano solamente attraverso i legali da una decina di giorni. L’atmosfera era molto tesa e i giornalisti sono riusciti a sentire le urla da fuori della stanza. Ecco alcune dichiarazioni a caldo dei protagonisti appena usciti dall’incontro, tratte dal sito Tuttopisa.it.

Fabrizio Lucchesi

“Daremo seguito a questo incontro con un altro incontro che avverrà lunedì nell’interesse delle parti ma soprattutto nell’interesse della città e della squadra. Cercheremo di essere operativi fin da subito e quindi dobbiamo cercare di trovare una soluzione che ci siamo impegnati a trovare lunedì o al più tardi martedì. Se durante la riunione si sono sentiti dei toni alti è solo colpa mia che sono “di campagna”.

Fabio Petroni

“Abbiamo ritenuto tutti insieme che sia necessario trovare una soluzione che garantisca l’iscrizione. L’incontro di lunedì è necessario per l’assetto societario: chi avrà la responsabilità dell’assetto societario farà fronte alle prossime scadenze. Le quote comunque saranno o al 100% del Britaly o al 100% di Lucchesi. Se saremo noi ad avere il il 100% delle quote del Pisa però il ruolo del dottor Lucchesi non sarà superfluo”.

  •   
  •  
  •  
  •