Bari, scelto il tecnico: arriva Stellone per puntare subito alla Serie A

Pubblicato il autore: luca giannuzzi Segui

Stellone nuovo allenatore del Bari
Il Bari ha iniziato ad inserire i primi tasselli per la stagione 2016/2017: dopo l’ingaggio del ds Sogliano, il primo colpo del neo presidente Giancaspro è il tecnico ex Frosinone Roberto Stellone.

BARI – Dopo settimane burrascose in seguito ai cambiamenti ai vertici societari, il Bari di Giancaspro, nuovo vertice del club, ha iniziato a costruire la squadra per la prossima stagione. Dopo l’ingaggio del ds Sogliano, è la volta del tecnico: la scelta è ricaduta su Roberto Stellone, classe 1977 e reduce dalla sfortunata retrocessione con il Frosinone, nonostante abbia tentato fino all’ultima giornata di raggiungere una salvezza che già ad inizio annata sembrava un miraggio.

A FROSINONE GIOIE E DOLORI – Stellone e il Frosinone sono stati per più di cinque stagioni un binomio indissolubile: con i ciociari l’ex attaccante di Genoa, Torino e Napoli ha chiuso la carriera da giocatore nel 2011, iniziando ad allenare la “beretti” gialloblù. Dopo solo un anno, è chiamato a guidare la prima squadra, avendo dimostrato qualità da allenatore fuori dal comune. Infatti la stagione 2014/2015 è quella della definitiva consacrazione, con il Frosinone che raggiunge per la prima volta nella sua storia la promozione in Serie A, dimostrando al pari del Carpi, come un organico di quasi sconosciuti possa imporsi tramite il bel gioco e la voglia di vincere. Nell’annata successiva, il Frosinone cerca di attrezzarsi il più possibile per provare a “sopravvivere” nel massimo campionato, ma l’elevato divario tecnico con le altre formazioni risulta essere decisivo. La stagione si conclude così nel peggiore dei modi, con la retrocessione, dopo aver lottato fino all’ultimo con il Palermo di Zamparini.

Leggi anche:  Serie B, anticipi e posticipi: il programma dall'11.a alla 17.a giornata

E POI ARRIVA IL BARI… – Stellone, nonostante non fosse riuscito a rimanere in Serie A, resta sempre uno degli allenatori emergenti nel panorama calcistico italiano, avendo idee chiare e dando una forte identità tattica alle proprie squadre. Su di lui infatti piombano le attenzioni del Bari, piazza che dopo la delusione dell’anno scorso, punta nuovamente alla promozione nella massima serie. Dopo aver delineato la struttura societaria, con il saluto di Paparesta e il passaggio di Giancaspro da azionista di minoranza ad amministratore unico del club, iniziano le trattative tra il tecnico romano ed i galletti. L’arrivo del ds Sogliano accelera ulteriormente le operazioni, dimostrando come i biancorossi stiano costruendo una squadra per ottenere immediatamente la promozione. Stellone resta dunque affascinato dal progetto, e nella mattinata del 4 luglio arriva la firma sul contratto, legandosi al Bari per 2 stagioni con opzione per la terza.

Leggi anche:  Serie B, anticipi e posticipi: il programma dall'11.a alla 17.a giornata

CONTRATTO LUNGO E PROGETTO IMPORTANTE – L’aver sottoscritto un legame così duraturo con il Bari, e dunque con la caldissima piazza biancorossa, dimostra come Giancaspro e Stellone vogliano portare in alto il Bari, una squadra che è quasi per caso in Serie B, riuscendo a riempire lo stadio San Nicola per una partita cadetta con più di 28mila spettatori. Dunque, nonostante la squadra sia quasi tutta da rifare, Stellone risulta essere una scelta importante, così come Sogliano: sembra avviarsi una nuova rivoluzione tra i galletti, con il preciso obbiettivo di tornare nella categoria che questa squadra merita. In bocca al lupo mister!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: