Talenti Primavera: Michele Volpe

Pubblicato il autore: Michele Santoro Segui

Stefano Pantano caporedattore di tuttofrosinone,com ha parlato del Frosinone

Talenti “Primavera”: Michele Volpe – Una locuzione latina molto famosa recita: “Nomen omen”, ovvero “di nome e di fatto” e sta ad indicare quella credenza dei Romani secondo la quale nel nome di una persona è indicata anche la sua natura. Beh, se poi ti chiami Volpe allora di scaltrezza e furbizia ne devi avere proprio tanta! E Michele, attaccante classe ’97 del Frosinone Primavera – gol e giocate alla mano – questo detto, lo rispetta in pieno.

La prestanza fisica (che lo porta a toccare i 190 centimetri) potrebbe trarre in inganno, perché Volpe non è la classica prima punta di peso, dinoccolato e con piedi poco sensibili al cuoio. Anzi, fa della tecnica e della fluidità nelle giocate le sue doti migliori, abbinate ovviamente alla forza fisica che la natura gli ha messo a disposizione. Nei contrasti non ha praticamente avversari e per questo i compagni si appoggiano molto su di lui per far ripartire l’azione. Ma a questa caratteristica, coniuga con altrettanta naturalezza il dribbling, la fantasia e senso del gol.

Leggi anche:  Dove vedere Reggina Brescia streaming e diretta Tv Serie B

In attacco è sempre fulcro delle azioni dei giovani ciociari, sia che agisca da solo, sia se supportato dai colleghi di reparto. Affidabile nel gioco aereo anche in fase difensiva, Michele, soprattutto nell’ultimo anno, ha maturato un incredibile feeling con la rete, che lo ha portato ad essere uno dei migliori cannonieri dell’intero campionato primavera: in 43 presenze complessive, tra campionato e Coppa Italia, sono 22 i gol totalizzati e ben 6 gli assist ai compagni, a testimonianza anche delle sue qualità da rifinitore. E’ in possesso di un destro potente e preciso, che molto spesso in questa stagione ha fatto male da fuori area.

Ma tenendo fede al suo cognome, Volpe, ha realizzato anche tante reti eludendo la trappola del fuorigioco e con zampate da opportunista. Leader tecnico e carismatico, ha permesso alla Primavera ciociara allenata da Federico Coppitelli di lottare fino alla fine con le big del gruppo C per la qualificazione ad un posto per le Final Eight di categoria, tanto da allertare anche il CT dell’U19 Paolo Vanoli, che lo ha convocato per la prima volta, ad ottobre 2015, per la gara di qualificazione alle fasi finali della European Championship contro la Macedonia, salvo poi preferirgli Favilli per la parte decisiva dell’Europeo di categoria in Germania, dove l’Italia si appresta a giocarsi il titolo contro la Francia.

Leggi anche:  Dove vedere Reggina Brescia streaming e diretta Tv Serie B

Il ragazzo ha però ancora ampi margini di crescita, soprattutto dal lato caratteriale: da migliorare c’è l’approccio alle gare e la concentrazione, da tenere al massimo livello in ogni momento della gara. A parte queste piccole lacune, facilmente riscontrabili in un talento della sua età, il profilo di Volpe resta di ottimo livello. Potrebbe essere già pronto per un’esperienza il Lega Pro, ma tutto porta a pensare che potrebbe essere importante sin da subito in serie B per il nuovo Frosinone di Pasquale Marino, che non ha mai avuto timore di lanciare i giovani, basti ricordare Raicevic e Vita lo scorso anno a Vicenza. Attenta Italia, c’è un(a) Volpe nel tuo giardino. Sarebbe davvero un peccato farsela sfuggire.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: