Ternana-Pisa il 7 Settembre, biglietti a 1 euro. Toscani vicini alla cessione?

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

Ternana-PisaLa Lega di Serie B ha ufficializzato la data del recupero di Ternana-Pisa valevole per la prima giornata del campionato cadetto. Si giocherà allo stadio ‘Libero Liberati’ di Terni Mercoledì 7 settembre alle ore 20.30: “Riportiamo alla normalità il calendario -dichiara il presidente della Lega B Andrea Abodidopo la difficile e dolorosa decisione, a carattere straordinario, di rinviare il match dovuto alle questioni che hanno coinvolto il club nerazzurro e che non hanno permesso alla squadra di allenarsi e preparare l’esordio in campionato“.

Ternana-Pisa biglietti a 1 euro. Anticipata la sfida con il Cittadella

La gara è stata programmata in una serata libera da impegni nazionali e internazionali, nell’orario migliore possibile per favorire l’affluenza di pubblico allo stadio. Per effetto di questa decisione sarà anticipata a sabato 3 settembre, sempre alle 20,30, Cittadella-Ternana: “Un sentito ringraziamento alla società veneta per la sua disponibilità nel riprogrammare il match e a quella umbra per la collaborazione assicurata alla Lega nella ricomposizione del calendario“, ha aggiunto Abodi.  “In considerazione del nuovo calendario – si legge sul sito ufficiale dei Rossoverdi – ci troviamo nella condizione di dover posticipare a data da destinarsi la presentazione ufficiale della squadra prevista per mercoledì 7/09 alle ore 12:00 in quanto ciò toglierebbe evidentemente attenzioni ed energie in funzione del match serale con il Pisa Calcio. E’ una scelta sofferta ma di buon senso e siamo certi di ricevere la comprensione di tutte le parti coinvolte in questo evento speciale. La Ternana Calcio per venire incontro ad i propri affezionati tifosi ha deciso di applicare l’ingresso ad 1 Euro per la partita di Mercoledi 7/09 con il Pisa Calcio. Ulteriori informazioni circa le modalità di tale iniziativa verranno presto comunicate sul nostro sito. In considerazione della promessa fatta con comunicato del 25/08 di “devolvere, in accordo con la Lega di Serie B, il 10% dell’incasso della partita Ternana-Pisa alla Croce Rossa Italiana e di devolvere il restante 90% all’acquisto di beni di prima necessità e di materiali da lavoro necessari alle famiglie in difficoltà ed agli operatori di soccorso” ed in considerazione della scelta di prevedere l’ingresso ad 1 Euro, la Società Ternana Calcio coprirà a proprie spese l’incasso previsto con un assegno complessivo di Euro 25.000 che verrà ripartito come da programma originario“.

Ternana-Pisa, la situazione dei toscani

Oggi arriverà a Pisa la procura a vendere la società e la richiesta dell’attuale proprietà è stata rimodulata in ribasso. Spero proprio che sia il giorno decisivo. I tempi della gestione calcistica lo impongono“. Lo ha affermato in una nota il sindaco della città pisana Marco Filippeschi, parlando della trattativa tra il fondo d’investimento Equitativa di Dubai e la famiglia Petroni per la cessione del club. “Dunque il contatto fra il notaio Angelo Caccetta e l’avvocato Pietro Gustinucci con Lorenzo Petroni – aggiunge il primo cittadino – ha confermato la volontà già emersa per la delega all’interlocuzione fra le parti e per la sottoscrizione del preliminare di cessione delle quote e ha avvicinato ancora le posizioni fra venditori e offerenti. L’esito dell’incontro e’ stato riferito ai consulenti di Equitativa in una lunga riunione telefonica e i consulenti del fondo, offerti ai nuovi interlocutori ragguagli sulle precedenti proposte di offerta, stanno lavorando per pervenire ad una conclusione“. L’intesa potrebbe essere raggiunta intorno a una cifra di poco superiore ai 6 milioni di euro per il 100% delle quote. “Ho informato – ha sottolineato Filippeschi – il presidente della Lega di serie B Andrea Abodi degli sviluppi e della necessità di un altro giorno. Pur avendo ben chiaro a chi va attribuita la responsabilità per il tempo che si è perduto, ho sollecitato il dottor Pablo Dana (rappresentante di Dubai, ndr ) a stringere al massimo i tempi delle risposte necessarie alla formulazione del preliminare, trovando ascolto. L’ho rassicurato riguardo all’effettuazione della due diligence. Mi sono permesso anche d’informare degli esiti delle riunioni Rino Gattuso e Daniele Mannini  perché sono consapevole dell’estrema difficoltà professionale che il protrarsi dei tempi determina e dei rischi incombenti ai danni di un valido avvio del campionato. La città apprezza la volontà e la generosità espresse anche oggi con l’allenamento ‘autogestito’ fatto a San Piero a Grado. Sono tutte ragioni fortissime perché, con la massima trasparenza e con le garanzie dovute ad ogni parte, si chiuda subito la trattativa, almeno con un’intesa preliminare che riporti l’allenatore sulla panchina e lo staff tecnico in campo, mantenendo l’integrità dell’organico e cogliendo il pur limitatissimo spazio di mercato che resta”. Tutti, ha concluso il sindaco, “hanno interesse a che il Pisa non perda il suo valore primario, valore soprattutto economico, rappresentato dal progetto sportivo avviato che è atteso dalla difficile prova del campionato di serie B“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,