A Pisa la partita di poker è ancora lunga

Pubblicato il autore: Salvatore Ciotta Segui

Pisa-AscoliA Pisa la partita di poker e’ ancora lunga. Come nelle migliori bische, la partita che si sta giocando per il destino della squadra Toscana e’ ancora lontana dal concludersi, i giocatori sono seduti al tavolo, la,posta aumenta ma nessuno vuole scoprire le carte, i loschi figuri non vogliono scoprire le carte e si va avanti ad oltranza.
Molte persone soffrono, dai tifosi in primis, che ancora non sanno se potranno mai vedere i propri giocatori esibirsi all’Arena, agli stessi giocatori e staff tecnico che ha bisogno di risposte legate al pagamento stipendi ed al lavoro quotidiano con mancanza di materiale tecnico.
Delle tre  figure Dana, Petroni,  ed amministrazione comunale tutte hanno colpe grandi o piccole. L’attuale proprietà ha abbandonato a se una squadra sparendo nel nulla per un mese circa compreso il Ds Lucchesi che ad oggi non si sa se abbia ancora quella carica. Troppo facile per lui vederlo esultare contro il Novara ad Empoli, avrebbe dovuto continuare a fare la figura di raccordo tra proprietà e squadra, e questo a Pisa non lo perdonano.
Dana quello che doveva essere il Salvatore della patria, e’ sparito nel nulla, dopo l’entrata trionfale di inizio Agosto anche lui si è eclissato, facendo apparizioni occasionali durante i match del Pisa, ma alla fine dopo aver sottoscritto un preliminare di vendita non ha onorato nei termini il contratto. I Petroni hanno attuato il loro bel piano per trattenere Gattuso, ed ora il tecnico e’ simile ad un ostaggio ,ma lui è’ il primo a non voler abbandonare la nave.
L’ultimo bluff arriva dall’amministrazione Comunale, che per carità nella figura del Sindaco e’ stata lodevole, ma adesso sta mettendo i bastoni tra le ruote per la stesura del contratto di concessione dell’Arena alla Britaly Post che sa di ripicca, avendo messo delle pesanti clausole , quasi fosse una ripicca in quanto i romani non hanno voluto cedere la società . La domanda sorge spontanea : e se ci fosse stato Dana le condizioni sarebbero state le stesse? A voi la risposta.
Il pallone continua a rotolare, ma a Pisa fa fatica in quanto il campo e’ in salita.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: