Entella-Avellino: Breda mette in guardia i suoi, Toscano lancia Ardemagni

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

entella-avellinoEntella-Avellino: uno dei match più interessanti della seconda giornata del campionato di serie B quella in programma alle 17:30 domenica 4 settembre tra Entella-Avellino. Due squadre ambiziose, costruite non solo per la salvezza ma anche per provare a sognare traguardi più importanti.  Roberto Breda ritrova sulla propria strada l’Avellino dopo aver contribuito lo scorso 21 marzo all’esonero di Attilio Tesser con il blitz al Partenio-Lombardi sulla panchina della Ternana. Per la sua Virtus Entella una sconfitta a Frosinone alla prima giornata ma la fiducia nei mezzi della squadra biancoceleste è intatta. “Dobbiamo continuare il processo di crescita sul piano della prestazione – ha commentato alla vigilia del match con i lupi l’ex centrocampista della Salernitana l’Avellino ha qualità, si è rinforzato e ciò dimostra di ambire a qualcosa di importante in questo campionato”. In vista di Entella-Avellino: “Guardiamo in casa nostra, dobbiamo migliore sotto alcuni aspetti – ha aggiunto Breda – mi piace lo spirito del gruppo durante gli allenamenti, lavoriamo bene con un atteggiamento positivo visto anche contro il Genoa. C’è stata un’ottima risposta da parte di tutti i calciatori impiegati. Alla mia squadra chiedo personalità, efficacia e sostanza. Ok la prestazione ma ciò che conta sono i punti”.
Per Entella-Avellino Breda perde anche Cheick Keita sulla sinistra difensiva del 4-3-1-2 dopo Pedro Costa Ferreira e Gerli. Le alternative alla luce del forfait del francese, out per un trauma al ginocchio destro: Sini al suo posto oppure – più probabile – Baraye impiegato a destra con Iacoponi dirottato sul lato opposto. Prima convocazione per Najib Ammari, acquistato dal Latina nelle ultime ore di mercato. Recuperano Ceccarelli in difesa e Di Paola a centrocampo.

Leggi anche:  Dove vedere Brescia Frosinone streaming e diretta Tv Serie B

Entella-Avellino, Toscano recupera Gavazzi, Ardemagni pronto

In vista di Entella-Avellino, l’allenatore dei Lupi Toscano mostra grande rispetto: “Non meritavano assolutamente la sconfitta contro il Frosinone alla prima giornata, sono reduci da una buona stagione”. Sull’Avellino invece: “Ho visto la squadra crescere, abbiamo buoni margini di miglioramento, tutti hanno voglia di fare bene”. Inevitabile la domanda sui nuovi arrivati, e se con l’arrivo di questi, cambieranno gli obiettivi dell’Avellino: “Mi auguro che i nuovi si integrino bene all’interno del gruppo, ma per quanto riguarda gli obiettivi questi non cambiano, se saremo rinforzati lo dirà solo il campo”. Quindi un breve excursus sul precampionato: “Abbiamo avuto molti infortunati e quindi delle difficoltà, ma contro il Brescia la squadra si è ricompattata” .
Sulle condizioni di Gavazzi Ardemagni per Entella-Avellino: “Ho ancora due allenamenti per capire se Gavazzi potrà essere dei nostri. Ardemagni si è allenato con l’Atalanta ma gli manca il ritmo partita. Mi auguro che sia arrivato qui con le giuste motivazioni“. Chiusura sul modulo:Potremmo anche giocare con il 3-4-1-2 dall’inizio, in attacco abbiamo tante scelte, ma l’importante è l’atteggaimento”.

 

  •   
  •  
  •  
  •