Serie B 3^ giornata: il Novara batte la Salernitana. Le parole dei tecnici

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui

novara_pavia10_63857_immagine_obigUn pareggio, una sconfitta e una vittoria conquistata ieri pomeriggio in casa per il Novara di Boscaglia contro la Salernitana di Sannino che ha conquistato sin ora due pareggi e una sconfitta. 
Il tecnico del Novara si è mostrato più che contento per l’andamento della sua squadra in partita: “Abbiamo incontrato una Salernitana che ci ha messo in difficoltà, ci ha giocato spesso tra le linee. La Salernitana se gli dai le giocate tra le linee e sugli esterni ti fa male, poi devi ripartire negli spazi che concedono. Poi quando fai gol è normale che loro erano sbilanciati in avanti e abbiamo sfiorato più volte il gol. La Salernitana ha cambiato tanto come gli esterni, Donnarumma sta giocando con continuità, è una squadra nuova che nelle prime due gare ha fatto bene. Oggi è più merito del Novara. A Sannino ho fatto i complimenti, si vede che è una squadra vera, lui merita di far parte del grande calcio”.
“Abbiamo iniziato bene e con personalità, poi abbiamo subito un gol che non possiamo prendere. Anche nel secondo tempo abbiamo avuto il pallino del gioco, sono curioso di vedere i dati sul possesso palla- ha invece dichiarato Bebbe Sannino-. Abbiamo lavorato bene fino alla trequarti, il nostro problema è finalizzare, ci manca cattiveria in area di rigore dove arriviamo con pochi uomini. Le altre squadre non hanno un giocatore che può collegare le punte meglio di Rosina. Finora abbiamo lavorato così, ora al primo risultato arrivano le critiche. Io devo guardare avanti e lavorare con giocatori che diano delle garanzie. Devo metterli nelle condizioni per dare il meglio, probabilmente potevo leggere diversamente la partita e per questo è anche colpa mia. Voglio ricordare quanti gol la Salernitana ha preso lo scorso anno. Mettiamo subito da parte questa partita, analizziamo gli errori e guardiamo al Vicenza. Mi attendo di sgombrare dalla mente questa partita, vedere gli errori commessi e poi iniziamo a lavorare. È una settimana differente per il risultato negativo, ma voglio sempre la serenità. A Salerno devi stare allerta ma i ragazzi sanno quello che fanno. Di questa partita salviamo l’impegno con un campo caldissimo, ma nel calcio ci vogliono altre cose. Non posso essere contento, anche se la squadra non ha lesinato impegno. Sul rigore non commento, sono molto più arrabbiato per le ammonizioni stupide subite”.
 “Abbiamo costruito quattro-cinque palle gol nitide- ha affermato il portiere granata Terracciano-. Bene in tutti i reparti. La nostra è una squadra che ha davanti un futuro importante ma deve crescere ancora tanto. I giocatori hanno capito cosa voglio e io ho capito cosa vogliono loro. Squadra da applausi quella di oggi. Sono soddisfatto della prestazione, la vittoria è normale che dia anche morale. Se non fosse arrivata la vittoria sarei stato comunque contento. Non abbiamo concesso nulla, tranne una punizione della Salernitana. Una fase difensiva fantastica, fase offensiva dobbiamo fare più gol. Siamo stati anche sfortunati. Sono contento della prestazione. Oggi tanto cuore, tanta gamba e tanta voglia. Siamo stati veloci e categorici a cercare subito le soluzioni provate in settimana. Bravi a far girare la palla. Il caldo? Ci aveva chiesto prima della partita se per noi andava bene. Sono d’accordo con il time out, ne va dello spettacolo”.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •