A Pisa non squilla più neanche il telefono

Pubblicato il autore: Salvatore Ciotta Segui

telefonoDal primo di Agosto ad oggi abbiamo raccontato tutto ed il contrario di tutto a proposito delle vicende societarie del Pisa. Ormai sembra palese che l’attuale dirigenza e’ allo sbando, i fondi sono finiti, gli stipendi pagati in parte, mancano ancora quelli relativi ai dipendenti della societa’, cosi’ come non sono stati pagati i contributi. Nonostante le false promesse di una settimana fa, i Petroni ormai sono alla frutta a cui sono passati senza neanche mangiare primo e secondo. La vicenda continua con il distacco dei telefoni aziendali, causa morosita’ della societa’, ma la cosa ancora piu’ allucinante e’ che si potevano pagare grazie a dei fondi che il Comune deve restituire al club, peccato che nessuno abbia mai comunicato l’Iban per il versamento.
Sono finiti pure i comunicati a quanto sembra, ed a quanto pare molte falsita’ sono state dette sul fatto del versamento della fidejussione bis fatta tramite MPS, Freggia tramite il Tirreno ha dichiarato che Petroni non avrebbe versato un euro, e la somma raccolta sarebbe stata messa da lui stesso e da altri investitori tra cui NGM.
Ci domandiamo a questo punto quante altre menzogne debbano essere raccontate, non sarebbe meglio farsi da parte?
Probabilmente l’attesa per il cambio di proprieta’ sara’ ancora breve, il Presidente della lega di Serie B Abodi oggi incontrera’ i proprietari di The Space Cinema, e Domenica vedra’ Dana, si proprio lui quello che era stato sbeffeggiato dallo stesso  Abodi nell’incontro di San Rossore di una settimana fa.
Se tutto filera’ liscio, a Novembre avremo i nuovi proprietari dell’Ac Pisa 1909, e si mettera’ una pietra tombale definitiva su una squallida vicenda societaria.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: