Entro metà novembre la nuova proprietà si insedierà a Pisa

Pubblicato il autore: Salvatore Ciotta Segui

Abodi-Serie-B
I tifosi probabilmente nella citta’ toscana si stanno gia’ preparando alla festa, quella ci sara’ intorno alla meta’ di novembre quando la nuova proprieta’ si insediera’ alla guida della societa’ Toscana.
Come appare oggi sulle colonne de Il Tirreno il Presidente della Lega Calcio Serie B ha confermato l’indiscrezione secondo cui entro il 15 i Petroni cederanno l’Ac Pisa 1909 ad altro investitore, con i fratelli Corrado attualmente in vantaggio tra le otto offerte che sembra siano pervenute sui tavoli della Lega.
Di seguito le sue parole: “Entro metà del prossimo mese la cessione dell’Ac Pisa da parte della famiglia Petroni sarà ufficiale”.

La novta’ consiste nella richiesta fatta da Gattuso proprio ad Abodi, che consiste in quella di avere una persona di riferimento nel periodo che da oggi manca all’insediamento della nuova proprieta’, di seguito le parole di Gattuso fatte a margine del match Pisa-Verona:  “Abodi comunque ha detto che forse qualcuno a darci una mano arriverà, almeno fino a quando non si sistemerà la situazione societaria: di un riferimento c’è bisogno, di qualcuno che ci mette la faccia e si prende le responsabilità”

Infine il Presidente Abodi conclude mettendo in risalto il ruolo della Lega sulle 22 squadre cadette:

“Credo che le persone che oggi rivestono un ruolo nella società hanno la legittimità di operare. Ovviamente dando loro l’opportunità di lavorare in maniera dignitosa. E’ interesse di tutti che il nuovo acquirente si trovi di fronte una struttura operativa e non il deserto. Effettivamente con il Pisa abbiamo sperimentato un nuovo ruolo che secondo noi deve avere la Lega in queste occasioni. Quello cioè di filtro in caso di nuovi acquirenti proprio per dare un segnale forte di come la serietà nel mondo del calcio debba essere la base. E comunque voglio ricordare che il Pisa è solo una delle 22 squadre che stiamo seguendo, ovviamente ognuna con questioni diverse”.

Insomma ci siamo quasi e finalmente a Pisa si potra’ pensare solo al calcio giocato.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: