Il Carpi vince a Perugia ed è per la prima volta secondo in classifica

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui

Se dopo il ko di Ferrara nel derby contro la Spal qualcuno cominciava a porsi delle domande sul valore e la consistenza della squadra allenata da Fabrizio Castori, a Perugia, dove il Carpi si è imposto con un rotondo 2 a 0, non sono mancate le conferme positive. Un Carpi cinico e spietato quello visto al Curi, stadio dove i padroni di casa avevano vinto le ultime tre partite, che è andato a cogliere in terra umbra 3 punti in trasferta per la terza volta in questo campionato che gli consentono di piazzarsi al terzo posto della classifica al fianco del Cittadella e dell’Entella. In 90′ il 4-4-1-1 scelto da Castori spegne le velleità dei grifoni, la squadra più in forma del momento con i suoi tredici punti nelle ultime cinque gare. Ma la compagine emiliana, con Letizia al posto di Gagliolo e la sorpresa De Marchi, lascia agli umbri solo due mezze palle gol, poi colpisce una volta per tempo in due azioni sostanzialmente identiche: nel primo tempo palla rubata da De Marchi e stoccata letale del perugino Brighi nella sua porta per lo 0 a 1, nel tentativo di anticipare Lollo, mentre nella ripresa Kevin Lasagna raddoppia e chiude i conti con un destro capolavoro poco prima del triplice fischio finale. Chi si aspettava un Perugia arrembante non aveva evidentemente ascoltato le dichiarazioni di Bucchi che temeva le ripartenze del Carpi e lasciava ai biancorossi l’iniziativa. Castori però non vuole accelerare i tempi e così le due squadre per un po’ galleggiano, come in attesa che succeda qualcosa e che qualcuno faccia la prima mossa. Accade davvero poco fino al vantaggio biancorosso, giusto il tempo per vedere Bianco anticipare in maniera decisiva Dezi a centro area e il portiere perugino Rosati distendersi sulla rasoiata dello stesso capitano carpigiano. Poi entra in scena De Marchi, fino a quel momento poco in evidenza, legge un errore di Monaco in uscita, ruba palla, se la fa ridare da Pasciuti, la protegge e la passa a Lollo sul dischetto: il numero 20 biancorosso sta per battere a rete ma la scivolata di Brighi prende tutti in contropiede e regala il vantaggio al Carpi. La reazione umbra è tutta nel tiro di Dezi che sfiora il palo approfittando di un rinvio mal riuscito di Poli.
L’assalto del Perugia non di vede neanche nella ripresa, dove Lasagna entra subito al posti di De Marchi. Anzi è Bianco a sfiorare il bis ma il suo tiro viene murato dal dischetto. Bucchi prova varie soluzioni: dentro Guberti, Acampora e Bianchi, ma il Carpi continua a giocare con lo stesso atteggiamento di chi è rilassato e sicuro di sé. E rischia pochissimo, solo due tacchi volanti di Buonaiuto su altrettanti corner. Castori chiama prima il 5-3-1-1 mettendo dentro i centimetri di Sabbione che si piazza nei tre di centrocampo poi, dopo l’ingresso di Blanchard, Lollo torna ad affiancare Lasagna in avanti e all’88’Lollo serve l’assist che Lasagna trasforma con un destro incredibile a fil di palo. Fine dei giochi, il Carpi sbanca il Curi e vola per la prima volta in questo campionato al secondo posto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,