Caro Ringhio, le colpe non sono ne’ tue ne’ dei giocatori

Pubblicato il autore: Salvatore Ciotta Segui

Gennaro Gattuso-2
Altra sconfitta casalinga per il Pisa, la terza consecutiva contro un Perugia che dopo la rete non ha fatto granche’, match che poteva tranquillamente essere vinto dai neroazzurri ma la sfortuna in questo momento ci vede eccome.
Un rigore ci poteva stare per i padroni di casa, ma oggi non stiamo a parlare di sviste arbitrali, ma riflettiamo su una squadra che in questo momento sembra impotente, anche se non gioca male, il grosso neo e’ l’attacco che non segna, solo sei le reti in tredici partite segnate e così la salvezza diventa un miraggio.
Gattuso nel dopo partita ha affermato che le eventuali colpe di questa sconfitta, così come del brutto periodo che sta attraversando la squadra sono da additare a lui.
Non sono d’accordo, e sappiamo che non e’ così, sono sicuro che il Ringhio nazionale vorrebbe esplodere, ma forse non e’ questo il momento per lui di ribadire ancora una volta le colpe di una societa’ assente, con i Petroni che dopo l’ultima pubblica apparizione nel famoso incontro di San Rossore si sono eclissati.
Colpa grave, e’ non aver potuto fare la preparazione, colpa grave e’ non aver fatto una campagna acquisti, colpa grave e’ non avere gli strumenti per allenarsi, ma soprattutto e’ gravissimo non difendere l’operato di una squadra che da’ l’anima in campo, dalla prima giornata mai e’stata messa sotto da nessuno.
Speriamo che questa farsa societaria fiinsca al piu’ presto, perche’ la citta’ ed i tifosi meritano molto di piu’ di tutto il marcio che si e’ visto da Luglio ad oggi.

Leggi anche:  Dove vedere Reggina Brescia streaming e diretta Tv Serie B
  •   
  •  
  •  
  •