Serie B, il Cittadella vola contro l’Hellas. Scaligeri in crisi di identità

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado
Crisi Verona, altra batosta per gli scaligeri

Crisi Verona, altra batosta per gli scaligeri

 

Crisi Verona nel campionato di Serie B dopo la seconda sconfitta consecutiva della formazione scaligera che ieri sera è stata pesantemente superata dal Cittadella con il punteggio di 5 a 1. Per la squadra di Pecchia si tratta del secondo pesante stop di fila dopo quello contro il Novara ( 0 – 4 ) che rilancia l’inseguimento delle rivali in classifica. Dopo il Cittadella, tornato a meno due dall’Hellas, oggi il Frosinone può agganciare in vetta alla classifica la formazione veneta per un torneo che quindi è più che mai aperto ed equilibrato. Crisi Verona, 5 sberle dal Cittadella – E dire che il derby contro il Cittadella per gli uomini di Pecchia era iniziato nel migliore dei modi. Dopo appena 40 secondo il Tombolato, gremito di spettatori, si ammutolisce per la zampata del solito Pazzini. Chi si aspettava da quel momento in poi una partita in discesa per l’Hellas si è dovuto immediatamente ricredere. Il Cittadella, trascinato dal sostegno del proprio pubblico, è autore di un primo tempo da favola.  Dal 19esimo al 45esimo i padroni di casa trafiggono per 4 volte la porta del Verona, con  Iori, Scaglia, Litteri e Benedetti.  Il Verona, tramortito e scosso, nella ripresa prova a riaprire la gara ma senza creare grossi pericoli in area del Cittadella che, anzi, trova, ancora con Litteri, il quinto gol del definitivo 5 a 1. Crisi Verona, la difesa traballa – Il Verona nelle ultime due giornate ha incassato 9 gol mentre nelle precedenti 13 partite ne aveva subiti appena 10. Qualcosa quindi si è rotto nei meccanismi difensivi di Pecchia che dovrà immediatamente riportare sulla retta via una formazione che, nonostante tutto, rimane la grande favorita per il salto di categoria.

  •   
  •  
  •  
  •