Pisa, adesso il problema è la certificazione del bilancio, ma non solo

Pubblicato il autore: Salvatore Ciotta Segui

CorradoNella tarda serata di ieri sono giunte notizie non positive sul tanto sospirato passaggio di proprietà del Pisa nelle mani di Giuseppe Corrado.
Dopo l’approvazione del bilancio avvenuta lunedì scorso, il nodo adesso riguarda la certificazione dello stesso e le dimissioni di persone attualmente a libro paga della Carrara Holding.
Il punto 1 del preliminare recita testuali parole: “All’atto della stipula del contratto definitivo dovrà essere approvato ecertificato il bilancio al 30/06/2016”, Corrado chiede proprio la certificazione per mettersi al riapparso da eventuali sorprese. Il problema fondamentale riguarda i tempi che richiede la certificazione, nelle migliori delle ipotesi non meno di un mese e tutto ciò farebbe slittare il passaggio definitivo di proprietà a Gennaio.
Alcuni dipendenti dovrebbero dimettersi ( tra i quali Taverniti e Lucchesi) prima del definitivo Closing, cosa che ad oggi non è avvenuta, anche se questo punto rappresenta il minore dei mali.
Sembra  impensabile che entro il 16 avvenga la cessione definitiva del club, tutto si è maledettamente complicato, anche se Abodi ed il Sindaco Filippeschi stanno cercando di rimettere le tessere del puzzle al loro posto.
I tifosi appresa la notizia, sono di nuovo sul piede di guerra, possibile che sia organizzata una nuova riunione per decidere eventuali pacifiche forme di protesta.
La speranza è che il buon senso nelle prossime ore abbia il sopravvento, e che la frattura si ricomponga, tutto dipende ancora da Petroni.

Leggi anche:  Dopo il rifiuto al Barcellona, il portiere si accasa in serie B!
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: