Serie B, Pisa penalizzato di un punto in classifica dal Tribunale Federale

Pubblicato il autore: Salvatore Ciotta Segui

Il buon punto ottenuto dal Pisa contro il Carpi ieri sera all’Arena Garibaldi è già stato cancellato dal Tribunale Federale, che come si legge dal comunicato ha applicato la penalizzazione  di un punto in classifica per non aver corrisposto entro il 17 ottobre 2016, le ritenute IRPEF ed i contributi INPS relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati. I nerazzurri si ritrovano così con 31 punti e adesso si attende la penalizzazione degli altri tre punti relativi alla recidiva ed al mancato pagamento degli stipendi di Ottobre e Novembre 2016.

La penalizzazione non intacca il morale della Gattuso band. Stando a quanto riferito in una intervista recente dal Presidente Corrado, nello spogliatoio pisano la classifica è già aggiornata con il -4 di penalizzazione , un modo per spronare la squadra a dare di più.
Che le motivazioni per la salvezza non sono svanite lo dimostra il match di ieri sera nel quale abbiamo visto un Pisa Dottor Jekyll e Mister Hyde, senza idee nella prima frazione dove si è badato a contenere le sfuriate del Carpi, più reattivo nella ripresa quando c’è stata una reazione d’orgoglio,  con vantaggio sfiorato da Masucci ed Angiulli, uno scenario che forse avrebbe avuto il sapore della beffa per la squadra di Castori.

Leggi anche:  Rigoni ultimo ritocco per il Pescara, buon mercato di Sebastiani, la palla passa alla squadra

Il match contro il Carpi conferma inoltre come il Pisa abbia ampi margini di miglioramento. Manca soprattutto una maggiore determinazione sotto porta, con un Manaj che spesso risulta fuori dal gioco eclissandosi dal campo. Altra buona notizia il rinnovo del contratto di Mannini, prolungato fino a Giugno 2019. Manca solamente l’ultima ciliegina ovvero il rinnovo di mister Gattuso, sperando che le sirene provenienti dalla Serie A si assopiscano.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: