Calcioscommesse Avellino, via al processo per illecito

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Calcioscommesse avellino

Calcioscommesse Avellino, scatta il processo

Calcioscommesse Avellibo, comincerà alle 14 l’udienza del processo a carico dei biancoverdi per illecito sportivo. I match sotto accusa risalgono alla stagione 2013/2014 con Modena e Reggina. Al cospetto del presidente del Tribunale Federale Nazionale- Sezione Disciplinare, dott. Cesare Mastrocola, si assisterà alla fase dibattimentale del procedimento. Saranno presenti praticamente tutti i deferiti, ad eccezione di Luigi Castaldo e Mariano Arini, impegnati il giorno dopo in serie B. Ci sarà il presidente dell’Avellino Walter Taccone, assistito come sempre dall’avvocato Chiacchio. Ci saranno anche Fabio Pisacane e Armando Izzo, oggi rispettivamente giocatori del Cagliari e del Genoa. Taccone farà leva sulla mancanza di prove e punterà a dimostrare la sua estraneità ai fatti per arrivare all’assoluzione piena. Le tesi accusatoria della procura federale sembra fare acqua soprattutto per quanto riguarda Avellino-Reggina. La partita finì 3-0 per gli irpini, ma nessun esponente della squadra calabrese è stato deferito. Fatto piuttosto grottesco, in quanto per combinare una partita bisogna che siano d’accordo i giocatori di entrambe le squadre. Diverso il discorso per quanto riguarda il match contro il Modena. In quel caso ci fu un volume anomalo di giocate sul gol casa, circa 400mila euro. Ma nessuno dei giocatori coinvolti nel processo scese in campo, Peccarisi in particolare ha sempre dichiarato di non essere mai stato contattato. Il difensore allora dell’Avellino ha dimostrato anche con i video che il gol del Modena non era imputabile ad un suo atteggiamento discutibile. Complicata la posizione di Izzo, per il quale la procura federale ha chiesto 6 anni di squalifica. Puntano all’assoluzione tutti i deferiti per omessa denuncia, in primis Castaldo.  La sentenza è attesa per lunedì, quindi l’Avellino potrà giocare con la testa sgombra con il Carpi per poi aspettare gli sviluppi da Roma.

Leggi anche:  Dove vedere Frosinone-Reggina: streaming e diretta Tv. RAI o DAZN?

Calcioscommesse Avellino, ecco le richieste della Procura Federale

Ecco uno per uno le richieste della Procura Federale per il procedimento disciplinare per il caso calcioscommesse Avellino.
Us Avellino: 7 punti di penalizzazione e 140mila euro di ammenda.

Tesserati per illecito sportivo:
Armando Izzo(Genoa): 6 anni di squalifica e 20mila euro di ammenda
Francesco Millesi(inattivo): 6 anni di squalifica e 20mila euro di ammenda
Luca Pini(inattivo): 6 anni di squalifica e 20mila euro di ammenda
Maurizio Peccarisi(inattivo): 3 anni di squalifica e 50mila euro di ammenda

Tesserati e dirigenti per omessa denuncia

Walter Taccone( presidente Avellino): 9 mesi di inibizione e 45mila euro di ammenda
Mariano Arini(Spal): 6 mesi di squalifica e 30mila euro di ammenda
Luigi Castaldo(Avellino): 6 mesi di squalifica e 30 mila euro di ammenda
Fabio Pisacane(Cagliari): 6 mesi di squalifica e 30 mila euro di ammenda
Raffaele Biancolino(inattivo): 6 mesi di squalifica e 30mila euro di ammenda

  •   
  •  
  •  
  •