Frosinone-Spezia: polemiche, tifo e un pensiero al piccolo Genny (FOTO TIFOSI)

Pubblicato il autore: Francesco Mattei


Frosinone-Spezia
finisce tra le vibranti polemiche da parte del club ligure. Il gol non convalidato a Granoche nel primo tempo (un fendente dalla lunga distanza che ha sbattuto sulla parte inferiore del montante, cadendo oltre la linea di porta e tornando poi nell’area piccola) ha lasciato il segno tra staff tecnico e dirigenziale dei bianconeri, che ieri hanno preferito il silenzio stampa, divulgando un comunicato nella giornata di oggi. Una missiva dove le Aquile sottolineano come pur “…non essendo nello stile dello Spezia Calcio commentare errori e decisioni arbitrali riteniamo inaccettabile l’ennesimo episodio avvenuto ieri al Matusa, proprio a distanza di una settimana dagli episodi di Brescia e dopo il playoff falsato dello scorso anno e la gara di andata contro il Frosinone. La società intende esprimere il proprio disappunto e la propria preoccupazione, chiedendo a gran voce maggiore attenzione verso i sacrifici che proprietà, staff e tifosi fanno quotidianamente. Il rischio che la passione evapori e la fiducia nelle istituzioni svanisca è più che concreto. Ne usciremmo tutti sconfitti se ciò dovesse accadere”.

Una macchia su una partita ben giocata da ambo le formazioni, con i ciociari che tornano alla vittoria dopo le due sconfitte consecutive rimediate con Novara e Ternana. Sono due perle di Dionisi e Ciofani a determinare il punteggio finale.  Risultato che – in virtù del pari tra Perugia e Verona e della sconfitta del Cittadella a Ferrara – lancia l’undici di Marino alla rincorsa del secondo posto che significherebbe attualmente promozione diretta. Rimane tuttavia ancora plausibile lo scenario delle tre promozioni dirette in virtù degli attuali otto punti di vantaggio del Frosinone su Perugia e Cittadella appaiate al quarto posto. Va ricordato infatti che qualora la terza classificata maturi un vantaggio di dieci punti sulle inseguitrici il regolamento prevede che non vengano disputati i playoff. Finora è accaduto in una sola occasione, che in molti ricorderanno. Era la stagione 2006/2007, quella che annoverava Napoli, Juventus e Genoa in cadetteria. Furono proprio queste tre a salire direttamente in Serie A.

Leggi anche:  Serie B, dove vedere Palermo-Sud Tirol: diretta TV e streaming

Nella prossima sfida i laziali saranno impegnati in trasferta contro la rediviva Salernitana, squadra che nelle ultime giornate ha inanellato una serie di risultati positivi che l’hanno portata ad agganciare il treno playoff. Un vero e proprio crocevia per la stagione giallazzurra. Scontro duro e fondamentale anche per lo Spezia, che al Picco ospiterà la capolista Spal, vogliosa di festeggiare con lauto anticipo un’insperata promozione. Una giornata che verrà ricordata anche per la toccante manifestazione tenutasi nel pre partita, quando sul manto verde del Matusa è stato lungamente applaudito il piccolo Gennaro, bimbo originario di Pagani affetto da CDG, una grave malattia congenita per cui non si conosce ancora la cura. Da qualche tempo la neonata associazione “Amici di Gennaro” sta raccogliendo fondi durante le partite di calcio, con l’intento di sviluppare la ricerca e far conoscere al mondo il valore di una battaglia fondamentale per tutte quelle famiglie che si ritrovano in questa situazione. Un momento che è stato reso ancor più coinvolgente dallo storico gemellaggio esistente tra le tifoserie di Frosinone e Paganese, con la Curva Nord che ha salutato l’ingresso del piccolo Genny (peraltro nel giorno del suo compleanno) a suon di cori e striscioni.

  •   
  •  
  •  
  •