Avellino, Taccone-Novellino-De Vito:”Tifosi stateci vicino”. Morosini in dubbio per Pescara

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
avellino

Avellino, a Pescara per il riscatto

Avellino, si guarda avanti dopo la Salernitana. Al terzo giorno resuscitarono, dopo il clamoroso k.o. nel derby torna la parola in casa biancoverde. Taccone-De Vito-Novellino, presidente-direttore sportivo-allenatore sono intervenuti nella serata di mercoledì all’inaugurazione dell’Avellino Club “I Briganti di Montoro”. Occasione buone per rompere il silenzio del post derby. Novellino ha parlato del difficile momento dei biancoverdi:” Vi abbiamo dato un dispiacere e speriamo di darvi presto delle soddisfazioni. Il conto si paga sempre alla fine, mai all’inizio. Faremo vedere che siamo dei lupi veri. Cercheremo di dare il massimo, siamo convinti di poterlo fare”. Sulla stessa lunghezza d’onda Walter Taccone:Restateci vicino, insieme vinceremo o almeno ci proveremo. Il calcio non è matematica ma proveremo a dare il massimo per il bene di tutti”. Chiusura per Enzo De Vito, diesse dell’Avellino:”Speriamo di regalarci e regalarvi soddisfazioni al più presto e dimenticare la sconfitta di domenica”. Parole che devono essere confortate dal campo e sabato c’è già un bell’esame contro il Pescara di Zeman.

Leggi anche:  Serie B, dove vedere Ascoli - Chievo Verona: diretta tv e streaming

In vista del match dell’Adriatico in casa dei lupi si valutano le condizioni di Morosini. L’ex Brescia e Genoa si è allenato anche ieri a parte. Un suo recupero quindi appare piuttosto improbabile. Novellino contro il Pescara potrebbe concedere una chance ad Asencio. Il giovane spagnolo era piaciuto molto contro il Novara. Dopo 90 minuti in panchina nel derby potrebbe scoccare la sua ora contro gli uomini di Zeman. Per quanto riguarda il resto della formazione di aspetta l’esito del ricorso per la squalifica di Migliorini. In caso di assenza dell’ex Spezia, spazio a Suager al fianco di Kresic.

Pescara-Avellino, amarcord per Zeman

La sfida di sabato pomeriggio alle 15:00 tra Pescara e Avellino vedrà l’allenatore degli abruzzesi Zdenek Zeman nel ruolo di grande ex. Il boemo infatti è stato allenatore dei biancoverdi in serie B, nella stagione 2003/2004. Una squadra giovane che annoverava tra le proprie fila giocatori come: Kutuzov, Nocerino, Contini, Sardo e Stroppa. Non fu una stagione memorabile per l’Avellino che retrocesse concludendo il campionato al penultimo posto in classifica. Nonostante questo i tifosi irpini, ironia della sorte, ricordano con affetto un derby vinto con la Salernitana. Granata in vantaggio fino al 90′, poi una doppietta di Kutuzov capovolse le sorti del match mandando in visibilio il pubblico del Partenio.

Leggi anche:  Serie B, dove vedere Ascoli - Chievo Verona: diretta tv e streaming

Altra perla di quella stagione zemaniana fu un 6-0 al Verona. Manca, Moretti, Tisci, Capparella e due volte Kutuzov regalarono una serata di gioia ai tifosi dei lupi. Troppo poco per conquistare la salvezza, ma abbastanza per rimanere nella memoria del pubblico avellinese. Sabato però non ci sarà troppo spazio per i sentimenti. Il Pescara non vince in casa dal 27 agosto, mentre l’Avellino deve riscattare le ultime due sconfitte con Bari e Salernitana. Ci sarà da divertirsi, come accade quasi sempre quando su una delle due panchine c’è seduto Zdenek Zeman.

  •   
  •  
  •  
  •