Avellino, un silenzio assordante. Ricorso per Migliorini e Lezzerini, rischio Daspo per Minala

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
avellino

Pedullà attacca la dirigenza dell’Avellino

Avellino, un silenzio che fa tanto rumore. Una scelta discutibile, per lo meno. L’Avellino, ufficiosamente, è in silenzio stampa da domenica scorsa, dopo l’incredibile sconfitta nel derby con la Salernitana. Un modo forse per proteggere la squadra dalle inevitabili critiche. Ma in certi momenti è necessario metterci la faccia. Ai microfoni di Prima Tv il giornalista e noto volto tv di Sportitalia, Alfredo Pedullà, ha duramente criticato questa situazione: “Se si hanno le pa**e, ti presenti in sala stampa e dici ciò che pensi. Parlare dopo l’Empoli è facile, non devi dir nulla. Hai dato in campo la dimostrazione di ciò che sai fare  In questo caso mi sarei aspettato un passaggio diverso, il silenzio stampa è umiliante, come la squadra che scompare dal campo. Esistono partite simboliche, che valgono più dell’intera annata.  Questa era una di queste partite. Se buchi l’aspetto mentale in un derby, e dopo la partita non ti presenti in sala stampa sei indifendibile. Parole molto dure quelle di Pedullà, ma condivisibili. Dopo una sconfitta del genere i tifosi hanno bisogno di sentire il dispiacere dei tesserati biancoverdi. Ci si augura che questo assordante silenzio finisca il prima possibile.

Leggi anche:  Dove vedere Vicenza-Chievo Verona: streaming e diretta Tv. SKY o DAZN?

Intanto non finiscono le polemiche del post Avellino-Salernitana. La società biancoverde ha annunciato ricorso per le squalifiche di Migliorini, 3 giornate , e Lezzerini, una giornata. I due calciatori sono stati espulsi dopo il fischio finale dell’arbitro. La reazione dei giocatori dell’Avellino è stata scatenata dal gesto di Minala di zittire il pubblico biancoverde. Un gesto che è al vaglio della Questura di Avellino e che potrebbe portare alla richiesta del Daspo per Minala. Avellino-Salernitana non finisce mai.

Avellino, dimenticare il derby. Novellino pensa al Pescara

Bocche cucite e doppio allenamento, questo il programma della giornata odierna per l’Avellino. I biancoverdi cercano di dimenticare l’incredibile derby perso con la Salernitana e pensare al prossimo impegno di campionato. Sabato prossimo i lupi saranno di scena a Pescara, contro la banda Zeman. L’Avellino è reduce da due dolorose sconfitte, con Bari e Salernitana e quindi deve cercare assolutamente il riscatto. Il Pescara è una squadra in salute, anche se in casa gli abruzzesi non vincono dal 27 agosto, prima giornata contro il Foggia.

Leggi anche:  Serie B, dove vedere Spal Reggiana: diretta tv e streaming

Quando si affronta una squadra di Zeman bisogna pensare di stare molto attenti in difesa, ma anche di avere qualche chance in attacco. Per quanto riguarda la formazione Novellino, aspettando il ricorso, dovrà fare a meno di Migliorini in difesa. Al fianco di Kresic dovrebbe rivedersi Suagher, preferito a Marchizza. Per il resto il mister biancoverde dovrà valutare le condizioni di Morosini, assente con la Salernitana. Contro il Pescara tutti si aspettano un Novellino più concentrato e attento in difesa. La retroguardia è il punto dolente di questo inizio di stagione dei lupi. Con 17 gol subiti l’Avellino ha la quarta peggior difesa del campionato di serie B. Giocando contro il terzo miglior attacco la concentrazione dovrà essere altissima. Dimenticare il derby e tornare con dei punti da Pescara, l’Avellino è in debito con i suoi tifosi e deve farsi perdonare, in fretta.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: