Serie B: il Pescara alla prova d’appello contro la Pro Vercelli

Pubblicato il autore: Paolo Pierangelo Segui

Vigilia in riva all’Adriatico, dove il Pescara di Zeman attende la sfida contro la Pro Vercelli di Grassadonia, che da giocatore fu alle dipendenze proprio di Zeman nel Foggia targato 1992/93.
Non può più sbagliare la formazione biancazzurra, che vuole tornare alla vittoria, dopo la sconfitta di misura in quel di Bari ed un solo punto ottenuto nelle ultime quattro giornate.
La Pro Vercelli è reduce dalla convincente vittoria sull’Empoli, quindi bisognerà prestare la massima attenzione all’undici piemontese, che tuttavia dovrà fare a meno del terzino Mammarella, uno specialista dei calci piazzati.
Il Pescara dal suo canto recupera Capone in attacco e Coda in difesa, mentre restano ancora indisponibili Bovo, Campagnaro, Proietti e Cocco, che tra un paio di settimane sarà a disposizione di Zeman.
La formazione degli adriatici prevederà dunque Fiorillo tra i pali, con la linea difensiva composta da Zampano o Crescenzi sulla destra, quindi Mazzotta  a sinistra ed i centrali Fornasier e Coda o Perrotta; centrocampo con il collaudato trio Palazzi, Carraro e Brugman, mentre in attacco Capone e Mancuso supporteranno l’ariete Pettinari.
In classifica le due squadre sono distanziate di un solo punto, con il Pescara a 17 e la Pro Vercelli a 16, lecito dunque attendersi una partita a viso aperto da entrambe, con emozioni garantite all’Adriatico.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Rigoni ultimo ritocco per il Pescara, buon mercato di Sebastiani, la palla passa alla squadra