Benevento – Catanzaro finisce 1-0, decide Melara

Pubblicato il autore: Andrea Umbrello Segui

melara-650x450-1420020365
A Benevento sfida valida per l’ottava giornata di Lega Pro girone C contro i calabresi del Catanzaro.

Queste le formazioni:

Benevento – Gori, Padella, Lucioni, Mattera, Melara, De Falco, Del Pinto, Mazzarani, Mazzeo, Cissé, Marotta, (Campagnacci 46°, Som 69°, Di Molfetta 76°).

Catanzaro – Grandi, Ricci, Orchi, Moi, Squillace, Bernardi, Maita, Agnello, Mancuso, Razzitti, Foresta, (Giampà 26°, Ingretolli 47°, Taddei 66°).

Le due società sono scese in capo con lo scopo di mettere in cascina 3 punti importanti per obiettivi ben diversi: risollevarsi dal piccolo passo falso rappresentato dallo 0-0 a Matera per i padroni di casa, mentre i giallorossi del Catanzaro speravano in una definitiva svolta dopo la vittoria di misura contro il Martina. Alla fine la spuntano i campani per una rete a zero, decide il match una rete di Melara al minuto numero 56 che regala alla squadra il secondo posto in classifica insieme alla Casertana a un solo punto di lunghezza dalla capolista Messina.

Leggi anche:  Dove vedere Como Renate, streaming gratis Serie C e diretta TV Rai Sport?

La squadra di mister Auteri (oggi non in panchina per squalifica) pur non convincendo ancora sotto il profilo del gioco si dimostra solida senza concedere particolari occasioni alla formazione ospite. Queste le parole di Luca Cassia, allenatore in seconda del Benevento: “La partita viene preparata durante la settimana da mister Auteri. I cambi sono una mia responsabilità, chiaramente con qualche suggerimento da parte del primo allenatore. La vittoria è sempre merito della squadra e del tecnico, e del lavoro fatto in settimana. Inoltre c’è sempre un pizzico di fortuna se le cose vanno per il verso giusto. Tutti elementi che tornano a nostro vantaggio. La gara non era facile, soprattutto all’inizio. Il Catanzaro aveva tutti gli spazi chiusi e abbiamo faticato tanto a costruire azioni importanti. Dopo il gol dovevamo gestire meglio il match, invece ci siamo abbassati troppo e non siamo riusciti a ripartire. Nel finale c’è stata una leggerezza, abbiamo rischiato tanto, bisogna ringraziare San Graziano Gori e la traversa, altrimenti sarebbe stata una beffa. Ho grande fiducia nel gruppo, anche per quanto riguarda il reparto offensivo, soprattutto in virtù del gioco che chiede Auteri. Dobbiamo leggere meglio le partite e ci toglieremo tante soddisfazioni”.

D’Urso sembra mettere in campo un 11 con il solo scopo di difendere bene per poi rendersi pericoloso in ripartenza senza però mai riuscirci. Il risultato viene messo in discussione solo sul finale quando Ingretolli sfiora la rete su punizione. L’allenatore calabrese è ormai sempre più in bilico e al termine della partita esprime in questo modo le sue opinioni: “Il Benevento è una squadra importante. C’è stata senza dubbio la supremazia da parte dei sanniti, specialmente nella prima frazione di gioco. Nel secondo tempo c’è stata più intensità da parte nostra. Siamo stati sfortunati nel finale colpendo la traversa. Il mio futuro? La mia panchina traballa dal primo giorno e ovviamente quando arrivano le sconfitte traballa sempre di più”.

A mio avviso migliore in campo il giocatore che decide la sfida, Melara, che illumina il Santa Colomba con una giocata personale che vale 3 punti, tra i peggiori invece Squillace che concede troppo allo stesso Melara, soprattutto quando nell’occasione del gol si fa superare con troppa facilità.

Leggi anche:  Lega Pro Girone B: Mantova di misura sulla Fermana, tre punti per la zona playoff

Da segnalare la bella iniziativa da parte dei tifosi catanzaresi presenti allo stadio che con uno striscione hanno manifestato la loro vicinanza alla città di Benevento colpita da pesanti alluvioni nei giorni passati.

Oramai ordinaria la contestazione nei confronti di Massimo D’Urso.

Andrea Umbrello

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: