Lega Pro, Casertana: il patron Lombardi entra in campo per far ritirare la squadra

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

casertana
Ha dell’incredibile quanto successo ieri sera in occasione del match di Lega Pro tra Casertana e Cosenza, perso 1-0 dai falchetti nel finale.
Il patron dei campani Giovanni Lombardi, infatti, è entrato in campo subito dopo il gol ospite segnato da Arrigoni all’87’ per protestare contro l’arbitro Pillitteri, reo di aver danneggiato la Casertana con un arbitraggio avverso e di aver espulso il difensore Rainone in maniera frettolosa, e chiedendo alla squadra di abbandonare il terreno di gioco in segno di protesta.
Per fortuna la richiesta assurda di Lombardi non è stata accolta dalla squadra che invece lo ha accompagnato fuori dal terreno di gioco, e ha terminato regolarmente la partita.

“A CATANIA CON LA BERETTI” – Nonostante il silenzio stampa in cui si è chiusa la società ormai da diverse settimane, nel post-partita è intervenuto il presidente della Casertana Pasquale Corvino che ha minacciato misure drastiche in vista del prossimo match di Catania: “Ancora una volta siamo stati vittima di un arbitraggio non all’altezza, da qualche mese i nostri giocatori subiscono di tutto in campo. Siamo avviliti e sfiduciati, se il campionato è una questione tra altre squadre che ce lo dicessero apertamente, visto che non ci sarebbe la possibilità di meritare quanto meritiamo. Ci riuniremo in settimana e valuteremo l’ipotesi di non scendere in campo a Catania in segno di protesta, oppure faremo giocare la Beretti”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Palermo-Viterbese, streaming gratis e diretta tv Serie C
Tags: