Calcio Catania, il nuovo allenatore Moriero si presenta: “Ai giocatori chiedo sacrificio e voglia di correre”

Pubblicato il autore: Nicola Digiugno Segui
Francesco Moriero, allenatore del Catania

Francesco Moriero, allenatore del Catania

Presentato ufficialmente il nuovo allenatore del Catania, Francesco Moriero, leccese, 46 anni. “Questa è una piazza con una storia importante. Sto in un top club. Conosco tutti i calciatori, sono ragazzi che hanno grandi qualità umane e tecniche. Cosa mi aspetto? Una squadra che dia di più sotto il profilo mentale e fisico”, le prime parole del tecnico rossazzurro, che in conferenza stampa ha aggiunto: “Il Catania è stato costruito per dettare il gioco. Io devo cercare di farlo esprimere al meglio. Dobbiamo essere propositivi, non aspettando l’avversario. La tranquillità te la porta il risultato”.

“In campo bisogna dare il duecento per cento”
Moriero ha le idee molto chiare sul da farsi per riportare il Catania in alto: “La squadra deve fare un cambio di passo. Io vedo il calcio a ritmi alti, ci vuole intensità. In campo bisogna dare il duecento per cento. Non si può guardare solo il curriculum di un calciatore”. Già dal primo allenamento, Moriero ha chiesto ai suoi giocatori “sacrificio e voglia di correre”, sottolineando: “L’età non conta nulla nel calcio, in un giocatore conta molto l’umiltà, perché ti aiuta a capire il momento. Il nostro campionato inizia domenica. Ho detto ai ragazzi di azzerare tutto, ci vuole entusiasmo. A Martina Franca dovremo imporre il nostro gioco. Noi siamo il Catania”.

Il nuovo staff tecnico

Resa nota la nuova composizione dello staff tecnico della prima squadra del Catania per la stagione in corso: Francesco Moriero, Allenatore; Francesco Cudazzo, allenatore in seconda; Vincenzo Di Muro, allenatore dei portieri; Giovanni Petralia, responsabile della preparazione atletica; Giuseppe Colombino, preparatore atletico, Maurizio Patti, team manager. Sul sito ufficiale del club rossazzuro, il Calcio Catania “ringrazia Vito Tammaro, Ruben Scotti ed Emanuele Manitta per il lavoro svolto”.

Leggi anche:  Dove vedere Palermo-Viterbese, streaming gratis e diretta tv Serie C

Il passato dell’allenatore pugliese
Nel passato di Moriero calciatore spicca la lunga militanza nel Lecce fra B e A, 158 presenze e 11 reti, dal 1985 al 1992. Poi Cagliari, dal 1992 al 1994, 4 gol in 54 partite; Roma, dal 1994 al 1997, 76 volte in campo e 8 gol. Dal 1997 al 200, Inter, 56 presenze e 6 volte a segno; dal 2000 al 2002, Napoli, un gol in 24 gare. E’ stato anche in Nazionale, otto volte, segnando due reti. Da allenatore è stato anche a Lanciano, Crotone, Frosinone, Grosseto, Lugano, Lecce e Catanzaro.

Domenica a Martina per i tre punti
I tifosi sperano che la squadra cambi rotta e torni in posizioni di classifica più consone al blasone di una società che fino a pochi anni fa lottava con onore in Serie A. Il Catania è reduce da una sconfitta casalinga, ad opera della Casertana, la seconda nel girone di ritorno, nel corso del quale i rossazzurri hanno vinto una sola volta, con il Matera, al “Massimino”, il 31 gennaio scorso. L’ultimo acuto fuori casa risale al 29 novembre del 2015, Lupa Castelli-Catania 1-2, mentre l’ultimo pari in trasferta è datato 21 febbraio scorso, 0-0 a Catanzaro. Sono 25 i punti in classifica, con 28 gol fatti e 23 subiti. Alle spalle del Catania solo Melfi, Ischia, Martina e Lupa Castelli. Domenica la trasferta di Martina Franca, il Catania giocherà per i tre punti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: