Lega Pro: quasi fatta per l’Olbia, il presidente di lega Gravina la segnalerà per il ripescaggio

Pubblicato il autore: Michele D. Segui

logo-olbia-calcio
Ora è ufficiale: il presidente della Lega Pro Franco Gravina, prendendo la parola al consiglio della terza serie del nostro calcio, ha confermato che segnalerà l‘Olbia al prossimo consiglio del 4 Agosto per il ripescaggio in Lega Pro. Queste le sue parole:
“Praticamente certe del ripescaggio in Lega Pro sono le retrocesse Albinoleffe, Melfi, Lupa Roma e Racing Roma e  il Monza che si è mossa per tempo e ha portato una documentazione assolutamente perfetta. Poi segnaleremo al prossimo consiglio del 4 agosto per un ripescaggio Fano, Olbia, Forlì, Cavese, Taranto, Reggina e Vibonese. 12 squadre complessivamente”.
Pare quindi molto concreta la possibilità di rientrare tra i professionisti della squadra del nord sardegna, che sarebbe quindi la seconda rappresentante isolana. Scaramanzia a parte, sembra convinto di ciò il presidente dei bianchi Alessando Marino, che ai microfoni di Radio Sportiva dice: ” Ancora non c’è l’ufficialità, nel nostro sport regna la scaramanzia ed è sempre meglio aspettare il 4 Agosto, quando le cose saranno più chiare. Certo, mi sono trovato ai play-off a giocare , praticamente fuori casa, due partite con il Grosseto e con la Torres, non avrei pensato all’inizio di trovarmi qui a giocarmi il ripescaggio. E’ stato un finale di campionato entusiasmante, che ha ripagato di tanti sforzi”. Poi si sofferma su Gravina: ” E’ uno che ha il polso, conosce le società e sa che ci sono 60 club che possono permettersi il professionismo. Sappiamo bene che il professionismo si guadagna sul campo, ma sopratutto fuori, inutile fare i campionati professionistici se non si hanno società solide alle spalle”
Infine il rapporto con il Cagliari: ” L’olbia nasce per un obbiettivo, avere una seconda squadra sarda tra i professionisti, perchè una stà stretta. Sono nato come dirigente del cagliari, con Giulini siamo amici storici (è vicepresidente della Fleursid, società di cui Giulini è presidente) , e ho deciso di intraprendere questa sfida perchè ho pensato che i giocatori sardi che possono arrivare al professionismo sono di più di quelli che possono giocare nel Cagliari. Abbiamo stretto, questa collaborazione, e se riusciamo a ottenere la categoria avremo molti prestiti dal Cagliari, cercheremo di far crescere e formare al professionismo molti giocatori sardi e sopratutto galluresi. L’obbiettivo è mantenere la categoria e fare una squadra di 18-20 giocatori e far si che abbiano spazio tutti, e con la rifondazione del settore giovanile permettere ai tanti giovani galluresi di crescere per approdare nei prossimi anni alla prima squadra”.

Non resta quindi che aspettare il 4 Agosto per vedere se l’obbiettivo del presidente olbiese si realizzerà. Intanto dal Cagliari è già arrivato l’attaccante Alessandro Capello, oltre a Simone Pinna,Luigi Scanu e Alessio Murgia. Si parla pure di Dario del Fabro, difensore sempre dei rossoblù. Si uniscono a una nutrita pattuglia di ex rossoblù che comprende Andrea Cossu, bandiera del Cagliari mai dimenticata che ora aiuta a crescere dal campo i giovani olbiesi, ma anche Daniele Ragatzu e ex giovanili rossoblù come Muroni, Dametto e Piredda.

Leggi anche:  Dove vedere Palermo-Viterbese, streaming gratis e diretta tv Serie C

La squadra intanto continua la sua preparazione, con un amichevole con la Pistoiese persa per 2-1: in rete Muroni. Soddisfatto Mister Magnani: “Questo è un periodo della stagione in cui bisogna sempre guardare il bicchiere mezzo pieno. Oggi ho visto tante cose positive e altre da migliorare, ma la strada su cui stiamo marciando è quella giusta”

 

  •   
  •  
  •  
  •