Lega Pro, Giana-Carrarese 2-1: la cronaca

Pubblicato il autore: Gianluca Pirovano Segui

salvatore_bruno

Gorgonzola- Buona la prima per la Giana Erminio che inizia subito con i tre punti la terza stagione fra i professionisti della propria storia. Sfortunata la Carrarese del nuovo mister Danesi che dopo il pareggio aveva dato l’impressioni di poter pensare addirittura al colpaccio e si trova invece con un pugno di mosche in mano.
Non è stata una gara spettacolare, complice soprattutto il caldo, ma anzi una contesa contratta, ricca di errori da ambo le parti e per lunghi tratti bloccata a centrocampo.
I primi 25′ sono di studio e nulla accade se si escludono il destro di Chiarello a lato di un niente (14′) ed una bella azione di Floriano che calcia però alto di poco (19′).
La prima occasione vera e propria capita al minuto 26′ e la Giana non se la fa scappare. Ottimo lavoro sulla catena di sinistra di Augello che crossa con il mancino. Il traversone viene deviato dalla difesa ospite, Gullit è il più lesto a colpire di testa e Bruno è un falco, sempre di testa, ed insacca da pochi passi nonostante l’evidente trattenuta di Battistini.
La squadra di Albè, come spesso capitato nella scorsa stagione, è brava a gestire e non lasciare spazi agli avversari ma pecca quando c’è da ripartire alla ricerca del raddoppio.
Raddoppio che non arriva per un nulla al minuto 41′: è un flash quello di Gullit che si invola in campo aperto, entra in area e piazza di destro a giro. Superlativo Contini a deviare in corner con la punta delle dita.
La prima frazione termina qui con una Giana che pur senza trascendere merita il vantaggio.
La ripresa si apre senza cambia tra i ventidue in campo ma con un piglio diverso per i gialloblu ospiti.
Floriano è la vera spina nel fianco degli uomini di Albè che spesso vanno in difficoltà quando il numero sette della Carrarese punta l’uomo.
Proprio Floriano chiama alla parata in corner Viotti dopo un batti e ribatti proprio da calcio d’angolo.
E ancora Floriano si incarica e trasforma il calcio di rigore concesso da Meleleo al 15′. I dubbi sul contatto in area restano ma poco importa.
Viotti da una parte e palla dall’altra per l’1-1 ospite.
Sull’onda dell’entusiasmo gli ospiti premono. Floriano, sempre lui, trova pronto Viotti a deviare in tuffo una sua punizione dal vertice sinistro dell’area.
Albè capisce la malparata e prova a cambiare: escono Biraghi, Gullit e Chirello ed entrano Pinardi, Lella e Pinto.
Quando la gara sembra ormai destinata sui binari del pareggio arriva a sorpresa la rete dei padroni di casa.
Punizione battuta rapida da Pinardi, cross dalla sinistra di Augello, batti e ribatti in area. Perico prima si fa murare il destro al volo ma trova in seconda battuta il pertugio giusto con la palla che batte l’incolpevole Contini.
Parte la festa al “Città di Gorgonzola”. La Carrarese non ha infatti il tempo di reagire e non riesce a creare nulla nemmeno nei tre minuti di recupero concessi dal direttore di gara.
Finisce con la festa dei giocatori biancoazzurri sotto gli ultras di casa.
La Carrarese può recriminare, la Giana riparte come aveva lasciato: coriacea, tignosa, senza paura.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Vibonese Foggia: streaming gratis Serie C e diretta TV in chiaro?