Lega Pro Girone B quarta giornata: colpaccio Venezia a Parma, Pordenone solo in vetta

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui

lega pro_logo integrato unicef ufficiale

Prova di forza del Venezia che, condannato alla sconfitta all’89’, trova due reti in una manciata di minuti ed espugna il «Tardini» di Parma nel big match della quarta giornata di Lega Pro Girone B. Per gli arancioneroverdi di Filippo Inzaghi, che vince lo scontro diretto contro l’ex compagno Luigi Apolloni, è la prima vittoria esterna del campionato e vale il secondo posto in classifica a meno due dalla vetta. Crociati subito avanti con Evacuo dal dischetto e primo tempo di grande intensità. Il Venezia, riordinate le idee nell’intervallo e ridisegnato dall’ex Milan, prova a rimettere in piedi la sfida e, quando ormai i giochi sembrano chiusi, la svolta: Moreo impatta un regalo della difesa locale, Domizzi 60” dopo insacca di testa il 2-1 che vale tre punti pesantissimi e per il Parma una batosta che rischia di lasciare strascichi.

Sorride anche il Pordenone capolista solitario della Lega Pro Girone B (complice il rinvio della sfida Reggiana-Santarcangelo al 4 ottobre), che passa 2-0 a Mantova  inanellando la terza vittoria consecutiva: nella giornata in cui i bomber latitano, decidono le reti, una per tempo, di Azzi e Martignano che si alternano in campo premiando la gestione degli uomini di mister Tedino. Prime vittorie stagionali anche per Modena e Fano in una giornata che conferma il trend alle vittorie esterne: anche stavolta quattro e ben 26 reti segnati in 9 partite. Gli emiliani, che si sbloccano anche in zona gol, passano 2-1 a Teramo grazie a una doppietta di Schiavi che ribalta lo svantaggio iniziale firmato Jefferson; i marchigiani annichiliscono 3-1 il Padova con una straordinaria prestazione di Niccolò Gucci: il 26enne realizza una tripletta che spegne le velleità di un Padova già attardato rispetto alle posizioni di vertice.

Il quadro delle vittorie esterne è chiuso dalla Sambenedettese che, assorbito il 3-1 interno col Mantova, passa con lo stesso risultato a Gubbio: vantaggio su rigore di Berardocco, pari di Ferretti e allungo firmato Sorrentino e Sabatino. La giornata di campionato conta poi quattro pareggi. Il primo a reti bianche è quello nel derby marchigiano fra Maceratese ed Ancona dove la paura di perdere prevale e il punto guadagnato fa salire entrambe a 2; ben più pirotecnico il 2-2 nell’altro derby bresciano fra FeralpiSalò e Lumezzane: due volte in vantaggio gli ospiti (Sorbo e autorete Codromaz) e due volte raggiunti (Guerra e Luche). Quattro gol anche in Forlì-AlbinoLeffe coi romagnoli che smuovono la classifica col primo punto stagionale: al vantaggio lombardo di Cortellini rispondono Tonelli e Ponsat, ma quando la vittoria sembra vicina Anastasio all’86’ impatta per l’Albino. Infine occasione sprecata per il Bassano che non va oltre l’1-1 interno col SudTirol, ma deve ringraziare Grandolfo che nel finale impatta il vantaggio altoatesino di Gilozzi.

Risultati quarta giornata
FeralpiSalò – Lumezzane 2-2
Mantova – Pordenone 0-2
Teramo – Modena 1-2
Forlì – AlbinoLeffe 2-2
Fano – Padova 3-1
Bassano – SudTirol 1-1
Gubbio – Sambenedettese 1-3
Maceratese – Ancona 0-0
Parma – Venezia 1-2
Reggiana – Santarcangelo rinviata al 4 ottobre

Classifica
Pordenone 10; Bassano, Venezia 8; Santarcangelo (1 partita in meno), Gubbio, FeralpiSalò 7; Sambenedettese (1 partita in meno); Modena, Mantova, Parma 5; Reggiana (1 partita in meno), Padova (1 partita in meno), SudTirol, Fano, Lumezzane 4; Albinoleffe (1 partita in meno) 3; Maceratese (1 partita in meno), Ancona 2; Teramo, Forlì 1.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,