“Quelli della Lega Pro”: tempo di scontri diretti e di banchi di prove importanti

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui
1960_lega-pro-ufficializzati-i-gironi-2016-2017La sesta giornata della Lega Pro è stata quella più prolifica. In tutto sono stati segnati 397 gol, moltissimi da quando il campionato è iniziato. Stabili le vittorie interne sempre con il 42%, mentre crescono le esterne 29,9 %. Due squadre Alessandria e Foggia ancora a punteggio pieno e sembrano ottimi dominatori nei loro gironi. I piemontesi continuano a macinare successi e, con la sesta vittoria consecutiva, si ritrovano primi in classifica con punteggio pieno. La capolista batte il Como per 2-0 grazie alle reti di Bocalon e Mezzavilla.
L’Alessandria attualmente ha cinque punti di vantaggio sulla Cremonese che è stata battuta dal Piacenza.  Un primato fortificato anche perchè oltre alla Cremonese pure l’Arezzo non va oltre al pareggio per 2-2 contro la Lucchese. La Viterbese ne approfitta e con la vittoria casalinga per 3-0 contro il Renate giunge al terzo posto in zona play off superando gli aretini. Cinque dalla seconda e sei punti dal terzo posto sembrano già un buon vantaggio e la prossima giornata ci sarà lo scontro con la Cremonese al Moccagatta. Ad approfittare di questo scontro potrebbero essere proprio i laziali che saranno di scena nel derby contro la Lupa Roma e nel caso di pareggio tra Alessandria e Cremonese potrebbe con una vittoria superare i lombardi e avvicinarsi di quattro punti ai grigioneri.
Nel girone B il Pordenone, fuori casa, batte la Maceratese 2-4 che, con tredici punti, è secondo soltanto al Venezia. Girone difficile con i veneti che comandano solo con un punto di vantaggio. La squadra di Inzaghi vince sul Lumezzane per due reti a zero: gol di Ferrari e autorete di Allegra. Domenica c’è anche qui lo scontro tra prima e seconda al Bottecchia. Il pareggio favorirebbe il Parma, ma ancor prima la Sambenedettese che ha battuto il Forlì per 0-1 con la rete di Mancuso: la rosa di Palladini è terza con dodici punti e la partita contro il Padova ancora da recuperare per arrivare al primo posto in caso di vittoria.  Il Parma sconfigge 1-0  l’Albinoleffe: Evacuo sorprende Coser e va in vantaggio, portando i gialloblu a undici punti. Gli emiliani, però, non convincono del tutto e la coppia Evacuo-Calaiò non segna molto. La prossima giornata gli emiliani sono attesi dalla trasferta contro la Sambanedettese per provare a scalare la classifica e con questo banco di prova finalmente trovare la propria identità, magari quella da leader del girone.
Abbastanza leader lo è il Foggia nel girone C. Primo in classifica nel Girone C, il Foggia ha battuto il Taranto per 2-0 nel derby pugliese. Sesta vittoria consecutiva e punteggio pieno: i 18 punti sono arrivati nonostante la squadra stia giocando senza tifosi e a porte chiuse a causa della partita dei play off  contro il Pisa quando i tifosi lanciavano oggetti dalle curve. Il Foggia ha dunque due punti di vantaggio sul Lecce e quattro sul Matera che ha vinto in trasferta per 4-1 contro la Virtus Francavilla. Proprio contro i lucani la squadra di Stroppa dovrà giocare la prossima settimana. Un bel banco di prova per i rossoneri che vogliono anche su un campo difficile vincere ancora per avere sempre un buon margine dalla temibile seconda che al momentoè il Lecce. La Juve Stabia è quarta grazie ad un pareggio ottenuto contro il Fondi: 2-0 fino all’80’, poi Lisi è riuscito a risolvere il match con una splendida doppietta,  agguantando così il pareggio.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,