Lega Pro: Parma in crisi, Apolloni in bilico. Cambio di panchina a Taranto

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
lega pro

Lega Pro

Lega Pro, panchine turbolenti dopo l’ultimo weekend di Lega Pro, una delle grandi decadute, il Parma, è sucita sconfitta nel posticipo del lunedì sera contro la Feralpisalò. Gli emiliani falliscono così l’assalto alla vetta, che viene conquistata con merito dai bresciani, in coabitazione con Gubbio e Pordenone. Per il Parma è la seconda sconfitta casalinga consecutiva, sempre per 2-1, dopo quella patita contro il Venezia di Pippo Inzaghi. Momento quindi delicato in casa gialloblu, soprattutto per Gigi Apolloni, colui che dovrebbe condurre il Parma al ritorno in serie B. Il girone B della Lega pro di sta rivelando molto impegnativo con squadre come Feralpisalò, Pordenone , Sambenedettese e Reggiana che stanno dando filo da torcere alle due grandi decadute di questo girone, Parma e Venezia appunto. Fino ad ora la posizione di Apolloni non è stata mai messa in discussione, ma il nono posto attuale non rispecchia certo il valore della rosa messa a disposizione dell’ex tecnico del Modena. Gli uomini di Apolloni sono chiamati al riscatto già nel prossimo turno di campionato, in casa del fanalino di coda Forlì. Come detto nel girone B della Lega Pro regna grandissimo equilibrio, 9 squadre in 4 punti e vetta della classifica già occupata da diverse squadre. Il campionato di Lega Pro si dimostra sempre molto difficile e incerto, anche per due corazzate come Parma e Venezia che non hanno badato a spese in estate, ma il campo, si sa, da gli unici verdetti che contano.

Lega Pro, Girone C: il Taranto esonera Papagni, squadra a Prosperi

Un’altra nobile decaduta del nostro calcio, il Taranto, vive un momento difficile nel girone C della Lega Pro, è stato infatti esonerato il tecnico Aldo Papagni, squadra affidata a Fabio Prosperi, vice dello stesso Papagni. Fatale a Papagni la sconfitta nell’ultimo turno di campionato contro il Catanzaro per 3-1. Nel corso di una riunione allo stadio “Erasmo Iacovone” i dirigenti hanno analizzato le prestazioni della squadra, undicesima con nove punti dopo otto gare, in funzione delle aspettative maturate a inizio stagione, valutando anche gli equilibri interni allo spogliatoio e la futuribilità del progetto di Papagni, scelto per rilanciare una piazza che in estate, in virtù di un ripescaggio, ha ritrovato il calcio professionistico. Per il futuro della panchina del Taranto si fanno anche i nomi di Nicola Legrottaglie e Davide Dionigi. I pugliesi, ripescati in estate in Lega Pro, sono stati protagonisti di un buon avvio di stagione, ma poi gli ultimi risultati negativi hanno indotto la società rossoblu a decidere per il cambio in panchina. Cambio in panchina anche nel girone A, la Lupa Roma ha esonerato David Di Michele, troppe le tre sconfitte consecutive e il penultimo posto in classifica. Al posto di Di Michele torna sulla panchina della squadra laziale, Agenore Maurizi, che aveva lasciato la panchina della Lupa Roma nel dicembre 2015.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: