Livorno-Pontedera 1-1 conferenza stampa Foscarini: “è mancata un pò di cattiveria”

Pubblicato il autore: lorenzo muffato

WIN_20161127_20_47_29_ProLivorno-Pontedera 1-1 conferenza stampa Foscarini. Termina con un pareggio il derby toscano del Girone A di Lega Pro, andiamo a vedere le parole del tecnico degli amaranto nel post match.

Dopo l’inaspettato vantaggio degli ospiti, nel momento migliore della squadra di Foscarini, il Livorno prova a fare gioco e cerca il pareggio che troverà nel secondo tempo a 13′ dalla fine. Per il Pontedera è stato centrato un punto importante in casa di una pretendente alla prima posizione. L’Alessandria, però, continua a vincere e ha staccato il Livorno di 13 punti, in virtù della vittoria sul Prato.

Livorno-Pontedera 1-1 conferenza stampa Foscarini. Ha parlato a fine partita il tecnico dei labronici dopo i mancati 3 punti che hanno interrotto la striscia di 3 vittorie consecutive, analizza così il match il tecnico degli amaranto: “La squadra inizialmente era contratta, sentiva il peso della partita. I ragazzi dovevano cercsre di muoversi di più, il nostro gioco è quello di aprire le squadre avversarie e stasera, frutto anche di un bel lavoro difensivo del Pontedera non ci siamo riusciti. Avrei voluto qualcosa di più da Luci e Marchi, volevo che aprissero meglio il gioco. Comunque, dopo il gol subito abbiamo avuto una grande reazione e siamo riusciti a trovare il pareggio contro una squadra che si difendeva tutta sotto la linea del pallone”.

Livorno-Pontedera 1-1 conferenza stampa Foscarini. Su Lambrughi, che non ha effettuato la diagonale sul vantaggio degli ospiti: “Lo abbiamo incitato dalla panchina, spesso si dimentica di effettuare la diagonale e di andare a chiudere in fase difensiva, come sul gol del vantaggio del Pontedera”.

Sul cambio di Maritato che ha poi segnato il gol del pareggio: “Maritato, non credo avesse una condizione tale da poter permettere il suo utilizzo dal primo minuto, nel 3-5-2, difficilmente andavamo al cross, con l’ingresso di Maritato siamo passati al 4-4-2 e Murilo che prima agiva da punta centrale, è passato a destra e così abbiamo sfruttato le caratteristiche di Maritato che nel modulo precedente non avremmo sfruttato”.

Sulle “trappole” del Pontedera, il buon gioco difensivo degli ospiti: Ci sono inciampato, mi sono anche rialzato perché abbiamo centrato il pareggio, avessimo perso avrei detto il contrario. Sapevamo che giocavano con i due marcatori centrali e con le due punte di velocità pronte al contropiede. Dovevamo soltato essere un pò più cattivi. Certo, se il palo di Lambrughi, appena 3′ minuti prima del loro gol fosse entrato, adesso, parlavamo di un’altra partita.”

Nel post partita ha parlato anche Indiani, tecnico del Pontedera:“Partita difficile, abbiamo sofferto e colpito nel momento giusto. Il pareggio un risultato giusto, il Livorno, paradossalmente è stato più pericoloso nel primo tempo WIN_20161127_20_47_29_Proche nel secondo. Abbiamo tenuto bene il campo dopo il pareggio e l’espulsione dopo 3′ minuti dal pari dei padroni di casa, non so quante altre squadre avrebbero tenuto il campo così fuori casa. Per noi, centrare il raggiungimento della salvezza sarebbe come vincere il campionato”.

Tra Livorno e Pontedera corrono 64 anni di storia. Questo derby che non arrivava da quasi 20 anni si è dimostrato un bel match. Terminata con un giusto pareggio e qualche rimpianto per i padroni di casa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: