Modena, Osuji è pronto al rientro e si appella ai tifosi

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti

Quello che sta attraversando è forse uno dei periodi negativi dell’ultracentenaria storia del Modena. Dopo 4 sconfitte consecutive – tra cui quelli di Coppa Italia tra le mura amiche contro la storica rivale Reggiana – il Modena di Simone Pavan – per ora non ha rischio – ha pareggiato contro il fanalino di coda Forlì facendosi rimontare per ben due volte, entrambe su rigore. Unica nota lieta della trasferta in terra romagnola è che si è rivisto in panchina il nigeriano Wilfred Osuji, per molti un lusso per la Lega Pro, reduce da un lungo stop fin dalla sfida d’esordio contro il Parma. Ora, archiviati i problemi fisici, il forte centrocampista è pronto per tornare a calcare il rettangolo di gioco. “Stare fuori non è mai bello – dice -, figuriamoci per così tanto tempo, ma adesso mi sento pronto per dare il mio contributo per uscire da questa situazione negativa”. Ecco, appunto, cosa pensa Osuji di questa situazione negativa? “Ogni volta che la squadra scende in campo – è la sua risposta – dà sempre l’anima e, lasciando da parte gli ultimi risultati negativi, tutto il gruppo ha ben chiaro in mente l’obiettivo che bisogna raggiungere. Mentalmente è importante avere tutti a disposizione e ora che siamo quasi tutti recuperati speriamo di tirare fuori quanto ci è mancato finora”. Il prossimo impegno dei canarini sarà lunedì sera nel posticipo casalingo contro il fortissimo Pordenone. Osuji partirà titolare? Scontata la risposta: “Questa decisione spetta al mister”. Ma per raggiungere gli obiettivi, quali che siano perché nessuno dello staff dirigenziale e tecnico del Modena li ha specificati, è comunque necessario invertire al più presto il trend negativo, e con l’ambiziosissimo Pordenone non sarà certo una passeggiata. “A prescindere dall’avversario – dichiara il centrocampista – che abbiamo di fronte ogni partita per noi è una battaglia: contro i friulani giochiamo in casa e vogliamo ottenere un buon risultato davanti ai nostri tifosi”. Quella tifoseria che, oltre ad aver contestato e aver costretto a lasciare lo stadio il presidente Antonio Caliendo verso la fine del match di Coppa Italia perso con la Reggiana, a forza di risultati negativi e prestazioni deludenti si sta sempre più allontanando dagli spalti del Braglia: “A nome di tutta la squadra – dichiara il nigeriano – chiedo ai tifosi a starci vicino e di avere pazienza continuando a sostenerci, con la promessa che non resteranno delusi da noi. Modena è sempre stata una famiglia e deve tornare ad esserlo: il pubblico sta contestando la società e gli avversari che ci vedono in difficoltà potrebbero approfittare di questa situazione”. In estate il destino di Osuji sembrava essere lontano dalla Ghirlandina: “Essere rimasto qui non mi pesa assolutamente e anche negli ultimi giorni di mercato non ho avvertito nessuna pressione”.
Ultime da campi: si è rivisto Simone Laner sul terreno dello Zelocchi, dove l’unico assente era il lungodegente Marino. Lavoro a parte per Salifu e Besea, che con ogni probabilità non faranno parte dell’elenco dei convocati per lunedì sera. Per quanto riguarda il modulo anti Pordenone, nella consueta partitella entrambe le squadre sono state schierate con il 3-4-3,88699-1452590930 ma non si esclude un ritorno della difesa a quattro.

Leggi anche:  Ancona-Reggiana, streaming gratis e diretta tv OneFootball, Sky Sport o DAZN? Dove vedere Serie C
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: