Modena, parla mister Capuano: il Gubbio? Sono sereno

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui

capuanoesonerodagospiacomIl traballante Modena è atteso domani pomeriggio da una gara molto complicata e difficile contro il Gubbio, un’occasione per abbandonare l’ultimo posto in classifica che i canarini condividono con il Forlì. Questa mattina l’allenatore gialloblù Ezio Capuano (nella foto) ha parlato dell’importante sfida di domani: “Sono sereno – queste le sue parole – perché vedo che il gruppo si allena bene e con grande applicazione. Certo il Gubbio è un brutto cliente, una squadra che fa tantissimi gol, ma noi in queste ultime tre gare abbiamo concesso molto poco. Loro sono molto forti in campo aperto, ragion per cui dovremo stare attenti a non lasciare troppi spazi. Hanno un giocatore rapido come Ferretti che dovremo essere molto bravi a limitare”. I risultati non stanno arrivando, ma il mister salernitano non ne fa un dramma: “Ci vorrebbe un pizzico di attenzione in più da parte di tutti, soprattutto da parte degli arbitri, comunque sia non cerchiamo alibi. Quando sono arrivato (al posto di Simone Pavan, ndr) ho detto che avremmo dovuto accompagnare la fase offensiva con più uomini e mi sembra che nelle ultime gare lo stiamo facendo, visto il gran numero di palle gol create. L’importante è non farsi prendere dall’ansia da prestazione, contro il Gubbio puntiamo a vincere ma senza farci prendere dalla fretta. Nel momento in cui ci sbloccheremo avremo tutte le carte in regola per fare qualcosa di importante, di questo ne sono sicuro. Bisogna fare attenzione ai dettagli, se contro il Mantova non avessimo perso saremmo stati quartultimi invece che ultimi. E’ chiaro che è sempre meglio vincere, ma se non ci riusciamo dobbiamo cercare in tutti i modi di non perdere”. Una possibile soluzione per i problemi offensivi del Modena – che nel 2016 ha vinto solo 4 partite in casa su un totale di  19 disputate tra le mura amiche de Braglia – potrebbe essere quella di “pescare” dal settore giovanile come accaduto con Chiossi, una soluzione che il mister non esclude: “Un ragazzo della Berretti l’ho convocato, ma non dobbiamo gettare la croce addosso agli attaccanti, se non segniamo la colpa è di tutta la squadra, non solo del reparto offensivo. Sono abituato a non guardare solo ai numeri ma anche alla prestazione, in queste tre gare abbiamo subito solo due palle gol e creato tanto, purtroppo non è arrivata la vittoria”. Intanto è arrivato il primo rinforzo di mercato: “Da ogni giocatore che arriva mi aspetto tanto sacrificio e che sia pronto a soffrire per il bene della squadra. Remedi è un giocatore di corsa e penso che potrà dare un contributo importante. Non so se sarà disponibile già dalla gara contro il Parma, bisogna chiedere al segretario generale Andrea Russo”.
Nell’ultima seduta di allenamento sul terreno dello Zelocchi Capuano ha avuto a disposizione tutti gli effettivi con le sole eccezioni di Bajner e Cossentino (praticamente certo il suo forfait). Lavoro a parte invece per Luca Calapai, che difficilmente prenderà parte alla sfida di domani contro gli eugubini. Si va verso un 3-5-1-1 con Aldrovandi in difesa al posto dell’infortunato Cossentino e Minarini a centrocampo per sostituire Calapai.

Leggi anche:  Alessandria-Padova: streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere finale ritorno playoff
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: