Verso Samb-Modena, Giorico: sarà un match molto difficile

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti

Mentre nell’amichevole di ieri pomeriggio il Modena di Ezio “Eziolino” Capuano ha avuto la meglio sul Fiorano per 2 a 0 con reti di Daniele Giorico e dell’italo-argentino Nicolas Schiavi, ha parlato in conferenza stampa lo stesso Giorico (nella foto), il metronomo del centrocampo canarino: “Lasciatemi innanzitutto ringraziare mister Simone Pavan – ha esordito il giocatore sardo -, sono sicurissimo che riuscirà a dimostrare altrove quello che non è riuscito a realizzare qui a Modena. Pavan ha dovuto fare i conti con una situazione ambientale difficile, sia la squadra che l’allenatore ne hanno risentito. Il carattere del nuovo mister lo conosciamo, ha chiesto ad ognuno di noi di essere aggressivo e di dare molto di più. Nell’amichevole contro il Fiorano forse non sempre abbiamo avuto l’atteggiamento giusto, ma  ci sentiamo pronti per la partita di domenica pomeriggio a San Bendedetto del Tronto. Contro la Sambenedettese sarà tutto molto complicato, loro hanno un pubblico molto caldo e giocano un ottimo calcio. Sicuramente faremo una gara coperta ma non rinunceremo assolutamente ad attaccare per ottenere quei tre punti che mancano dalla vittoria casalinga dello scorso ottobre contro il Sudtirol (gol di testa allo scadere di Alberto Cossentino, ndr). Se ci troviamo in questa brutta situazione di classifica vuol dire che abbiamo dei problemi da risolvere, ma per fortuna c’è ancora molto tempo per recuperare, il campionato è molto lungo. La retrocessione dalla serie B è stata per me molto dolorosa, ma adesso ormai non ci penso più. Modena è e resta un’ottima piazza, quest’anno non sono riuscito a dare molto anche a causa dell’infortunio che ho avuto. Il mercato? A gennaio non ho idea di quello che accadrà, sono valutazioni che farà la società di concerto con il mio procuratore. Io ora penso solo a lavorare per riscattarmi e fare bene a Modena e al Modena”. Quanto a Capuano, dopo la non esaltante prestazione contro il Fiorano si è limitato a commentare “c’è molto da lavorare”. E intanto su Facebook si sprecano le ironie sul nuovo Modena made in Campania (il presidente Antonio Caliendo è napoletano, il direttore sportivo Luigi Pavarese è avellinese e Capuano salernitano), tanto da suggerire di sostituire i colori gialloblù dello storico stemma modenese con il tipico azzurro cielo del Napoli di De Laurentiis. Ma c’è anche chi ha preferito confrontarsi sulle inconfondibili caratteristiche fisionomiche di Eziolino, paragonandolo allo showman Leopoldo Mastelloni tanto quanto all’ex ministro Renato Brunetta. Diversi supporter invece, più che divertiti dalle inarrivabili performance di Capano che spopolano sul web e che ora sono tornate inevitabilmente alla ribalta, propongono addirittura di fare “una nuova maglietta con Eziolino: per la frase è necessario aprire il televoto, c’è solo l’imbarazzo della scelta”. Alcuni tifosi poi, desiderosi di sentir suonare la carica alla squadra, dalle proverbiali grida iraconde e rabbiose del neo allenatore, pensano già al futuro: “Io lo voglio su Minarini, Popescu, Ravasi, Diakite e Loi, quando non passa la palla. E ancora “Se perdete con la Sanbenedettese vi scanno!” Insomma, al popolo canarino non riesca che esclamare “Speriamo di farcela”. Come già riferito, Capuano ha rinunciato a qualsivoglia premio salvezza optando per un premio playoff/promozione. Solo il campo ci dirà se ha avuto ragione.Giorico-678x381

Leggi anche:  Serie C: AlbinoLeffe-Piacenza, le probabili formazioni
  •   
  •  
  •  
  •