Paulinho all’Al-Arabi: no al Verona per i cori su Morosini

Pubblicato il autore: Vincenzo Di Vaio Segui

paulinho

Roma – Dopo dieci anni passati a calcare i campi italiani, tra Lega Pro, Serie B e massima serie, Paulinho saluta il Belpaese e sbarca in Qatar. L’ormai ex attaccante del Livorno sta sostenendo le visite mediche con l’Al-Arabi, squadra allenata da Dan Petrescu e già esilio dorato per campioni come Gabriel Batistuta e Stefan Efemberg. Il brasiliano ha scelto sorprendentemente di volare a Doha, proprio mentre sembrava vicinissimo all’ingaggio con l’Hellas Verona. I petroldollari degli sceicchi avranno fatto la loro parte, ma dietro al suo rifiuto cdi sbarcare in Veneto c’è una ragione ben diversa, molto più nobile rispetto ad un ingaggio faraonico. Quando, appena tornato dal Brasile, l’ex bomber del Livorno si è incontrato con la dirigenza scaligera per chiudere l’affare: l’accordo tra le due società era già stato concluso, mancava solo la sua firma, ma proprio nel momento di apporla Paulinho ha rifiutato il passaggio al Verona a causa dei vergognosi cori rivolti dai tifosi del Verona verso Piermario Morosini, suo compagno di squadra scomparso in campo durante un Livorno-Pescara di tre stagioni fa.

  •   
  •  
  •  
  •