Calciomercato Roma: le mosse di Sabatini

Pubblicato il autore: Luca Calvano Segui

mercato roma

Sappiamo tutti che il mercato estivo della Roma è stato il più movimentato, gente che è partita verso grandi mete, basti pensare a Benatia che con Guardiola e il suo Bayern sta incantando tutta l’Europa, e da quel trasferimento, in cui la Roma ci guadagnò 30 milioni, Sabatini rispose con altri due innesti di categoria, Yanga-Mbiwa, stopper della Francia, e Manolas punto fermo della Grecia. A questi vanno aggiunti anche gli acquisti di Astori, Cole, Holebas, Paredes, Nainggolan (a gennaio 2014) , Keita, Ucan, Sanabria, Iturbe, insomma un mercato che ha soddisfatto e non poco i tifosi giallorossi, tornati a credere nello scudetto viste anche le conferme dei big Pjanic, Strootman, Destro, Maicon, Ljajic e della determinazione dei due fari Totti e De Rossi.

Insomma Sabatini è riuscito ad assemblare una squadra competitiva su tutti i fronti, complice anche il gruppo unito e guidato da Rudi Garcia che partita dopo partita, dimostra di avere il carisma, la grinta e le capacità di gestire una grande squadra. D’altro canto, come in ogni bella favola, ci sono degli ostacoli da superare lungo il cammino, ad esempio i continui infortuni che stanno tormentando la difesa giallorossa, prima con Astori, ora con Yanga-Mbiwa senza contare il lungodegente Castan. A tal proposito Sabatini sta pensando a un ritorno abbastanza gradito dall’ambiente, vale a dire Alessio Romagnoli, in prestito alla Samp per farsi le ossa, sta facendo molto bene a Genova ma vista l’emergenza in casa Roma potrebbe ritornare alla base. Sempre per la difesa centrale circolano altri due nomi, Balanta del River Plate, il cui cartellino è abbastanza caro (10 milioni almeno) e Chiriches, che sta faticando a trovare spazio nel Tottenham.

Leggi anche:  Futuro Juve: "ultimo tango a Torino" per due giocatori?

Poi c’è il capitolo terzini, Cole ha iniziato male la sua avventura a Roma, e si era parlato di un addio già a gennaio, Maicon invece va per i 34 anni, Holebas non convince e quindi  la Roma segue da vicino Darmian, operazione difficile nella sessione invernale, più facili invece sono le piste che portano ad Adriano del Barcellona, finito ai margini del progetto di Luis Enrique, e di Glen Johnson in scadenza di contratto con il Liverpool che per adesso non pensa affatto a un prolungamento. Allettante anche la pista Santon.

Per la porta a giugno si discuterà parecchio, Garcia dovrà scegliere se puntare ancora su De Sanctis, non più giovanissimo, o affidarsi a gente più fresca come Perin, da sempre tifoso della Roma o Lloris, che vanta un’esperienza internazionale importante. A centrocampo la situazione è più tranquilla, anzi, con il recupero di Strootman c’è un problema di abbondanza che porterà i due talenti Ucan e Paredes già a gennaio in prestito, Chievo, Sassuolo, Atalanta, Parma e Cesena sono alla finestra. Infine c’è il reparto offensivo, Sanabria è un gioiello da tenere in considerazione e ha bisogno di giocare, possibile partenza anche per lui, per Borriello non c’è spazio, mentre Destro e Ljajic riflettono sul loro futuro, se continuare con la Roma la prossima stagione o cercare un’altra soluzione per giocare con continuità, a tal proposito Sabatini sta già scrivendo alcuni nomi sulla lista, il primo è Wilfried Bony dello Swansea compagnio di Gervinho in Nazionale, il secondo è Jovetic del City, e l’ultimo, anche se per il momento rimane solo un  bel sogno, il ritorno nella Capitale dell’amatissimo Erik Lamela.

  •   
  •  
  •  
  •