Juventus-Giovinco, divorzio vicino?

Pubblicato il autore: Ivana Notarangelo Segui

Sebastian Giovinco

Sebastian Giovinco e la Juventus potrebbero presto dirsi addio già nella prossima finestra di mercato di gennaio 2015. Il numero 12 bianconero, infatti, sembra non godere della fiducia di Allegri, che gli preferisce Coman e Morata e, dunque, potrebbe cambiare aria. Giovinco è in scadenza di contratto, ma la Juve non vorrebbe perderlo a zero la prossima estate; inoltre, già alcune squadre italiane e straniere si stanno facendo avanti per intavolare una trattativa con il club piemontese e con il giocatore. Giovinco è ambito da Torino, Fiorentina e Napoli, mentre all’estero l’Arsenal sarebbe pronto a fare una concreta offerta per poterlo avere tra le sue fila. Il matrimonio tra la Juve e il giocatore non è mai stato facile; inoltre, l’amore con i tifosi non è mai sbocciato. Mandato in prestito nel 2007 all’Empoli e nel 2010 al Parma, Giovinco è tornato alla corte della Vecchia Signora nell’estate del 2012, con il proposito di sostituire Alessandro Del Piero, che aveva terminato la sua quasi ventennale avventura in bianconero. Tuttavia, Giovinco non ha mai pienamente convinto, nonostante Conte l’abbia spesso impiegato in campo e ora continui a convocarlo in nazionale; Allegri, invece, gli concede poco spazio. Proprio per questo motivo, il procuratore di Giovinco, Andrea D’Amico, ha quasi dato un ultimatum alla Juve: “Se c’è un progetto valido Sebastian resterà in bianconero, altrimenti…”, mentre sulle eventuali e probabili destinazioni future del suo assistito, afferma: “Il Napoli e la Fiorentina? Per ora sono soltanto suggestioni giornalistiche. Un futuro lontano dall’Italia? A oggi possiamo parlare solo con la Juventus, in futuro vedremo quali saranno i progetti di altre società all’estero“. Dal fronte Juve silenzio assoluto sul rinnovo del calciatore, anche se D’Amico mostra serenità e fiducia nelle capacità di Giovinco: “Sebastian è sereno e quando viene impiegato fa vedere di cosa è capace. Non ha mai discusso le scelte dei suoi allenatori. Come ha già detto anche lui recentemente, quando sarà il momento valuterà tutto e poi si vedrà“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ahmedhodzic: "Il mio trasferimento all'Atalanta non è ancora ufficiale, ma..."