Tello, il colombiano che piace alla Juve, ma è di proprietà del narcotraffico!

Pubblicato il autore: Simone Lettieri Segui

Si chiama Tello, è colombiano, ha 18 anni, va su e giù per la fascia come un treno.  Esterno di destra, grande corsa e qualità,il profilo del giocatore è una via di mezzo tra Dani Alves e Cuadrado.

La Juve lo segue da un po’, lo ha promosso a pieni voti e cerca un alleato con cui condividere l’operazione. Il Cagliari. Il sì di Marroccu arriva presto, Tello intriga e con Zeman può iniziare subito un percorso di lancio ideale per un ragazzo della sua età.

Il problema nasce dalla “lista Clinton”: da qualche giorno, l’Envigado (la squadra di Tello) è stato inserito in questa lista perché la società sarebbe finanziata con i proventi del narcotraffico. Non potrebbe  fare mercato, in teoria, sia in entrata che in uscita.  Il suo presidente Gallego respinge le accuse, ma per il Dipartimento del Tesoro americano c’è una correlazione tra la sua società calcistica e l’Oficina, che di pallone proprio non si occupa e di cui Gallego è socio: l’Oficina, infatti, è una società legata al narcotraffico!

Nei prossimi mesi si deciderà il futuro del ragazzo che, in ogni caso, sarà lontano dalla Colombia.Tello

 

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: