Calciomercato, a gennaio tutti a Taormina

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

L’ufficialità è arrivata a settembre, ma tra pochi giorni ci sarà l’esordio di Taormina come sede ufficiale del calciomercato italiano. Lo storico cambio di location è stato deciso con un accordo tra l’Adise (l’Associazione Direttore Sportivi Italiani) e Infront (agenzia che cura il mercato nazionale), ed ha visto la partecipazione in prima linea del giornalista Emanuele Cammaroto, coordinatore dell’iniziativa insieme al sindaco di Taormina Eligio Giaridna.

Dunque da questa sessione di calciomercato invernale si passa dall’Ata Executive di Milano alla Perla dello Jonio, in provincia di Messina. Ma in realtà il passaggio non è definitivo poiché, almeno a gennaio, agenti e direttori sportivi si incontreranno soprattutto nella capitale economica d’Italia, come ormai accade ininterrottamente dal 1950, anno in cui il palermitano Raimondo Lanza di Trabia inventò il Calciomercato, che sarebbe rimasto esclusiva del nord Italia per oltre 60 anni, fino alla prossima apertura della sessione invernale.

Per Taormina, al momento, è previsto infatti solo qualche giorno da protagonista, con una fase sperimentale all’interno delle quattro settimane totali delle contrattazioni nelle quali i vertici del calcio italiano parleranno soprattutto di rivoluzione del calciomercato, soffermandosi su alcuni punti focali quali l’utilità dei box, il deposito informatico dei contratti e l’abbreviazione dei tempi dedicati al mercato stesso.

  •   
  •  
  •  
  •