Calciomercato Inter: sogno Cerci, Perisic l’idea nuova

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

download

 

Attesa da un robusto intervento sul mercato di riparazione per correggere la rotta di una stagione partita al rallentatore, l’Inter di Roberto Mancini fin dalle prime uscite ha subito evidenziato una carenza di qualità sulle fasce: ecco allora che gennaio diventa il mese cruciale per assicurare al Mancio gli uomini giusti per esprimere quel gioco finora rimasto nelle intenzioni. In tempi di ristrettezze economiche per il club nerazzurro, che quasi sicuramente andrà incontro a una sanzione dall’Uefa per via del FPF (sanzione che sarà però eventualmente operativa dall’estate e che i dirigenti cercheranno comunque di alleviare), trovare occasioni a buon mercato diventa complicato: la soluzione più praticabile resta sempre quella del prestito, magari puntando sull’obbligo di riscatto a fine stagione, pescando tra gli esuberi nei top club europei. In tal senso l’obiettivo principale rimane quell’Alessio Cerci, da tempo nei sogni nerazzurri, passato in estate dal Toro all’Atletico Madrid vice- campione d’Europa per sedici milioni di euro più quattro di bonus. Il costo del recente investimento dei Colchoneros rappresenta l’ostacolo principale alla trattativa ma é anche altrettanto vero che l’ex Torino e Fiorentina é stato finora utilizzato col contagocce, e questo potrebbe essere  una carta che il ds Ausilio potrebbe mettere sul tavolo per convincere la dirigenza madridista a non svalutare quell’investimento accettando una soluzione temporanea che possa permettere al giocatore di giocare con continuità in un club che gli darebbe la titolarità fissa e rilanciarsi anche in chiave Nazionale. Va verificata anche la volontà dell’esterno romano di salutare la compagnia dopo quattro mesi o al contrario restare per giocarsi le proprie chance e convincere Simeone; pertanto sullo sfondo rimangono delle alternative.

Come Mohamed Salah, l’egiziano ex Basilea che Mourinho al Chelsea vede poco: per lui in stagione gli spazi sono stati davvero limitati (solo sei apparizioni in totale) e, qualora il piano A non andasse in porto, il prestito oneroso potrebbe essere una soluzione facilmente percorribile. Tra gli altri giocatori apparsi nei radar nerazzurri (Konoplyanka, Lennon, Bakkali e il sogno proibito Lavezzi), spunta però Ivan Perisic, ala mancina del Wolfsburg e destro puro. Il croato, andato a segno contro l’Italia a San Siro nel match di qualificazione a Euro 2016, sta vivendo una grande stagione con il danaroso club sponsorizzato dalla Wolkswagen, che l’ha pagato 8 milioni per prelevarlo dal Borussia Dortmund nel gennaio 2013. I tedeschi possono quindi contare su un elemento di sicuro valore, e argomenti economici per trattenerlo ne hanno; oltretutto con il piazzamento Champions a portata di mano (il Wolfsburg é secondo dietro al marziano Bayern) resta difficile prevedere che ci si possa disfare del giocatore, seguito anche dal Napoli prima di virare su Gabbiadini che arriverà a gennaio. Ma si sa che le vie del mercato sono infinite, per cui c’é tempo e il calciomercato ha spesso riservato dei colpi di scena proprio sul filo di lana…

  •   
  •  
  •  
  •