Campedelli: “Chievo vicino a Drogba e Ibra”

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

E se qualcuno vi dicesse che il Chievo Verona avrebbe potuto avere una coppia d’attacco formata da Ibrahimovic e Drogba? Lo prendereste per un folle. Eppure a dirlo è il presidente Luca Campedelli, intervistato dalla Gazzetta dello sport. Lo storico patron della società clivense svela anche i dettagli. Il centravanti ivoriano era già in dirittura d’arrivo per l’arrivo in casa Chievo per soli 3 miliardi di lire. Non se ne fece nulla perché i soldi sarebbero dovuti arrivare dalle cessioni di Eriberto (poi Luciano) e Manfredini. Ma la Lazio, che li aveva in pugno, alla fine si defilò. Ibrahimovic venne visionato ma non se ne fece nulla perché nel frattempo finì nell’obiettivo di altri club. Il vero rimpianto di Campedelli è però Cavani: “Costava tanto, ma con il senno di poi non l’avrei perso“.

I tifosi del Chievo non devono maledire la sfortuna. La storia del calcio, infatti, è piena zeppa di storie del genere. Ed è ancor più piena di storie di senso opposto: grossi investimenti su possibili campioni che si rivelano infine brocchi. Però, bisogna dirlo, vedere Ibra e Drogba insieme al Bentegodi farebbe un certo effetto..

  •   
  •  
  •  
  •