Mercato 2015: tanti affari possibili tra gli svincolati

Pubblicato il autore: Marco Ronci Segui

Calciomercato

Infortuni, cali di rendimento, necessità di rinforzare un ruolo scoperto senza però spendere grandi cifre. Questo è il diktat assoluto del mercato degli svincolati. Non sono poche le squadre che sfrutteranno la possibilità di mettere sotto contratto qualche giocatore, anche durante la pausa invernale. Analizziamo, reparto per reparto, i migliori affari possibili in ogni ruolo:

Portieri:

Sicuramente il nome più importante di tutti in questo reparto è quello di Victor Valdès. L’ex portiere del Barcellona e della nazionale spagnola è senza contratto dal luglio 2014, da quando ha deciso di non rinnovare con la squadra blaugrana. Valdès è un ottimo portiere, lo dicono i numeri: 824 minuti di imbattibilità con il Barcellona, 3 champions vinte insieme a 6 campionati spagnoli e un mondiale. L’ingaggio non è sicuramente dei più bassi: tra i 5-7 milioni a stagione. Non proprio economico.

Difensori:

Reto Zigler, ex difensore di Juventus, Sassuolo, è senza squadra da agosto 2014. Oltre alla grande esperienza internazionale, è ancora abbastanza giovane:29 anni a gennaio prossimo, che per un difensore non sono tantissimi. L’ingaggio sarebbe di 1-1.5 milioni. Chi invece di anni ne ha qualcuno in più è Diego Lugano. Il difensore Urugayano di anni ne ha 34, ma ha dietro di se una grande carriera. Potrebbe fare la fortuna di tanti piccoli club che cercano un difensore d’esperienza a poco prezzo.

Centrocampisti:

Gli appassionati di calcio inglese di ricorderanno sicuramente di Jermaine Jenas. Il centrocampista inglese classe 1983, dopo diverse stagioni al Totrenham, è senza contratto dal luglio 2014. Quello che inizialmente era descritto come un talento puro, ora all’età di 31 anni, potrebbe trovare spazio in una squadra di media-bassa fascia. Altro giocatore svincolato con una grande esperienza in Premier League è Matthew Ethrignton, anche se recentemente si è allontanato dal mondo del pallone per diversi problemi personali con il gioco d’azzardo.

Attaccanti:

Due nomi Brasiliani: Jò e Andrè. Il primo, ex attaccante della nazionale verde oro, vanta una buona esperienza europea. Senza un contratto da novembre 2014, a soli 28 anni potrebbe ancora giocare in tanti club europei, a cifre veramente ridotte. André Felipe Ribeiro de Souza, conosciuto come Andrè, da novembre 2014 si ritrova senza una squadra a soli 24 anni. Tante partite giocate in Brasile e qualche esperienza in europa, insieme alla giovane età dovrebbero sicuramente incentivare qualche società a puntare su di lui.  

 

 

  •   
  •  
  •  
  •