Il Milan ancora non chiude per Cerci. Rossoneri ancora favoriti, ma l’Inter ci riprova..

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

Sembrava tutto fatto fino a ieri. Poi, in queste ultime ore, il clamoroso retroscena. Alessio Cerci non sembra così convinto di trasferirsi al Milan. Fonti vicine al giocatore riferiscono di un mezzo ripensamento dell’attaccante dell’Atletico Madrid. I motivi? gli ottimi rapporti con Roberto Mancini (che lo stima molto) starebbero sul punto di sancire la clamorosa rottura con i rossoneri.133054801-81c7fea4-f7b0-417f-8435-ad714d405bed La situazione torna ad essere incerta. Cerci ci sta pensando. Lui preferirebbe l’Inter. L’Atletico Madrid, invece, lo spinge verso il Milan. Fino ad arrivare ad impartire un vero e proprio “aut-aut” al calciatore. In queste ore il club colchonero è stato chiaro con il giocatore: o firma per il Milan o non va da nessuna parte. Rimane a Madrid e per lui di prospetterà molta panchina. Ma Mancini non si arrende, l’allenatore dell’Inter, oltre che a lavorare per migliorare la classifica dell’Inter, continua in queste ore a lavorare nell’ombra anche per l’ala di Velletri.

Galliani, per il momento, preferisce aspettare, forte degli ottimi rapporti con la dirigenza dell’Atletico e della recente intesa per la cessione di Fernando Torres. Insomma, inquietudine si, preoccupazione no, dalle parti di Milanello. I risultati si questa strategia si vedranno presto. Tutti, al Milan, sono convinti che entro un paio di giorni l’affare si chiude. L’Amministratore Delegato rossonero lascia che il pressing verso il giocatore sia impartito dalla società di Madrid che, entro due giorni, ha fatto sapere di attendersi una risposta definitiva da parte dell’attaccante. Sfogliamo il calendario: fra due giorni, significa il 28 dicembre. Lui, Alessio Cerci, sfoglia la margherita. E presto ci dirà.

  •   
  •  
  •  
  •