Calciomercato Milan: Suso fa le visite mediche, Destro in stand by

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

0524068c610c97a1ad2562b050e84a10_43_m

Giornata interlocutoria in casa Milan. I recenti risultati negativi in campionato hanno comportato la necessità per l’ad Adriano Galliani di accelerare su alcuni fronti caldi in questa sessione di mercato per assicurare quei tasselli che mancano alla squadra di Inzaghi: lo spagnolo Suso, in scadenza di contratto col Liverpool, ha effettuato stamattina le visite mediche e sarà rossonero sicuramente a luglio (resta da vedere se l’operazione si farà in anticipo già a gennaio, a patto che la dirigenza Reds acconsenta ad un esborso minimo); sul sostituto di Torres, finito all’Atletico nell’affare Cerci, il nome più gettonato resta quello di Mattia Destro (oltre quello di Siqueira dell’Atletico sebbene in difesa), non contento del suo minutaggio a Roma, ma la sua incedibilità é stata ribadita ieri dal tecnico Rudi Garcia al termine del derby pareggiato con la Lazio. Parole di facciata, che si scontrano con la volontà del giocatore, che non si sente più importante in giallorosso (per lui solamente spezzoni nelle ultime cinque partite, tra cui quello di ieri pomeriggio) e vorrebbe rilanciarsi con un’altra maglia anche in chiave Nazionale; al tempo stesso i dirigenti romanisti non vogliono svalutare un investimento costato 15 milioni nell’estate del 2012 per un giocatore che comunque rimane la prima alternativa nell’attacco della squadra di Garcia, in lotta per lo scudetto. Si ragiona sul prestito oneroso senza alcun vincolo legato al riscatto, come proposto dai rossoneri, mentre la Roma chiede un obbligo di acquisto ad una cifra simile a quella versata due anni e mezzo fa nelle casse di Siena e Genoa, che detenevano la comproprietà del cartellino dell’attaccante marchigiano. A frenare la trattativa é anche la situazione legata a Pazzini, che Inzaghi non vede ma che il Milan non riesce a cedere: con una competizione da giocare (Coppa Italia a parte), l’ingaggio di Destro andrebbe ad infoltire ulteriormente una rosa già abbastanza ampia che ad oggi comprende ben 28 elementi. Si era pensato ad uno scambio di prestiti che accontenterebbe tutte le parti in causa ma la soluzione é stata scartata dallo stesso Pazzini, il cui contratto scade a giugno e che il bomber toscano non ha intenzione di rinnovare: il Pazzo pare voglia giocarsi le proprie carte nella seconda parte di stagione convincendo Inzaghi a dargli qualche chance in più prima che in estate che le proprie strade si dividano…

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Nico Gonzalez alla Fiorentina: cifre e dettagli dell'accordo
Tags: ,