Mercato, Essien rifiuta tutte le offerte. E l’ingaggio continua a pesare

Pubblicato il autore: Carmelo Dimitri Segui

essien

Ci risiamo. Rifiuti la prima offerta, rifiuti la seconda, rifiuti anche la terza. Oltre che dagli errori dirigenziali, oltre che dalla mancanza di liquidità, il mercato rossonero resta bloccato per via di alcuni ingaggi pesanti da cui la società cerca puntualmente di liberarsi, ma che altrettanto puntualmente, restano sul groppone. In estate fu il caso di Cristian Zaccardo che rifiutò tutte le offerte pur di restare a far panchina (in alcuni casi anche tribuna) nel Milan, ora stesso discorso vale per Michael Essien.

Il Milan sarebbe prontissimo a far partire il centrocampista ghanese, anche a costo zero, pur di liberarsi di un ingaggio pesante. Lui, però, non ci sente e nelle scorse ore ha rifiutato la chiamata dalla MLS, più precisamente da Dallas, oltre a due proposte dalla Premier League: West Bromwich Albion e Queens Park Rangers. Non squadre di primissimo livello, insomma ma, soprattutto per quel che riguarda le due compagini inglesi, la possibilità di rimettersi in gioco in un campionato di prima fascia che lui conosce molto bene.

Evidentemente l’ex gloria di Chelsea e Real Madrid aspetta proposte più allettanti, ma, in questa fase della sua carriera, difficilmente arriveranno squadre di prima fascia disposte a fare follie per lui. D’altronde il centrocampista rossonero guadagna 3 milioni di euro a stagione fino a giugno e, a meno di clamorosi colpi di scena, sarà difficile trovargli una destinazione a lui gradita a gennaio. Un altro fardello con cui fare i conti, ma è anche vero che il contratto ad Essien qualcuno, in casa rossonera, lo avrà pur fatto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: