Gilardino, dalla Cina con furore

Pubblicato il autore: Luca De Iaco Segui

gilardino cina
Il fascino della cultura cinese ce l’ha sottratto dal nostro campionato, la nostalgia della sua casa ce lo potrebbe far ritornare. Stiamo parlando di Alberto Gilardino ex attaccante di Parma, Milan e Fiorentina che nelle ultime ore è stato il soggetto di voci che lo vorrebbero di nuovo in Italia proprio con la maglia viola.
L’attaccante di Biella si trasferì il 12 luglio 2014 dal Genoa al Guangzhou per 5 ml di euro raggiungendo così due altri italiani, Alessandro Diamanti e l’allenatore Marcello Lippi, firmando un contratto fino al 31 dicembre 2016 per un ingaggio di 10 ml. Ora però sembra finita la volontà di restare ancora in Cina, perchè i soldi possono fare pure gola ma si può mettere a confronto il campionato cinese con quello italiano? Non c’è storia. Ecco allora la suggestione della squadra di Montella, che ha tremendamente bisogno di un rinforzo in attacco vista la scarsa lucidità di Gomez sotto porta (seppur abbia dato segnali di ripresa in Coppa Italia) e i diversi infortuni soprattutto quello di Giuseppe Rossi.

La Fiorentina dunque nel futuro di Gilardino? La volontà del giocatore c’è ma ha alcune proposte anche da altre squadre italiane come il Cagliari di Zola e il suo caro Parma in cui Gilardino visse tre stagioni stupende con 96 partite disputate e 50 gol realizzati, tanto che poi portò il Milan a spendere 24 milioni per ingaggiarlo nel 2005. Anche il Parma avrebbe bisogno di un realizzatore come lui per cercare di allontanare gli spettri di una retrocessione che sembra quasi inevitabile ma Gilardino ha anche Firenze nel cuore e a 32 anni vorrebbe dimostrare ancora quello che sa fare e poter aiutare i viola a raggiungere il terzo posto in classifica; perchè va bene la tradizione secolare della Cina ma vuoi mettere a confronto l’inno della Champions League?

  •   
  •  
  •  
  •