L’agente di Icardi corre a Milano: cessione in vista?

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

Ha anticipato il  viaggio. Il suo arrivo in Italia, inizialmente previsto per la fine del mese, si materializzerà già oggi, quando, Albian Morano, procuratore di Mauro Icardi, atterrerà a Milano. Sul conto del suo assistito, le notizie, in questi ultimi giorni, si sono moltiplicate. Icardi non è più così sicuro di rimanere all’Inter. Un primo contatto tra le parti ci sarà oggi, in serata. Poi, appuntamento per il faccia a faccia ufficiale, programmato per mercoledì prossimo al Meazza. Dopo Inter-Sampdoria di Coppa Italia è previsto un incontro tra Morano e il club nerazzurro. Due gli scenari possibili: l’addio clamoroso del calciatore (c’è chi parla addirittura di possibile cessione a fine gennaio, ma più probabile un trasferimento a giugno), oppure la fumata bianca. Cioè, il prolungamento del contratto fino al 2018 o 2019. L’Inter per il momento non ha ancora deciso. Gli ultimi sviluppi di mercato, con gli acquisti milionari di Podolski e Shaqiri (più un altro colpo in programma a giorni) hanno indebolito le casse societarie. C’è necessità di rientrare. Per il bilancio e per il fair play finanziario.

Possibile a questo punto una, forse due cessioni illustri. In un primo momento un addio di Icardi non era previsto. Sono infatti altri i giocatori che Mancini ha inserito nella lista dei possibili partenti. Ma l’attaccante argentino in questo momento ha molto mercato. In Inghilterra sarebbero disposti a fare follie per lui. E allora l’Inter ci sta pensando. Oggi l’agente di Icardi, Albian Morano, porterà sul tavolo di Ausilio le numerose richieste a lui pervenute da club esteri. L’Inter le valuterà. E nei prossimi giorni si deciderà se mettere ufficialmente Icardi sul mercato. L’ultima parola spetterà al presidente Thohir, che sarà a Milano il 24 gennaio.

Wanda-Mauro-Icardi-Gustavo-GarelloArchivo_CLAIMA20131108_0176_14 L’Inter, inizialmente, sembrava disposta ad un prolungamento del contratto. Ma ad oggi non c’è assolutamente intesa sulle cifre dell’ingaggio: i nerazzurri offrono 1,9 a stagione (più bonus), l’entourage del giocatore ne chiede 3. Inutile nasconderlo: la distanza c’è. Ecco perché il procuratore di Icardi oggi spiegherà ai dirigenti dell’Inter che tutto è possibile. Anche un addio di Maurito alla maglia nerazzurra.

  •   
  •  
  •  
  •