Lippi: “Pogba via? La Juventus potrebbe rifare la squadra come con Zidane”

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

pogba juventus

Vendere o non vendere Paul Pogba? E’ questo il dilemma che attanaglia la dirigenza bianconera, che nel frattempo sta lavorando al trasferimento di Simone Zaza già a gennaio. Secondo l’agente Mino Raiola il valore del francese si aggira attorno ai 90 milioni di euro, una cifra esorbitante per il mercato italiano in crisi. Cedere il fenomenale classe 93 permetterebbe di rimpinguare le casse del club di Torino ma allo stesso tempo significherebbe privarsi di un giocatore fondamentale per il gioco di Massimiliano Allegri e un potenziale Pallone d’Oro. Oggi il commissario tecnico campione del mondo Marcello Lippi ha dato la sua risposta a questa annosa domanda ai microfoni di SkySport.

Lippi: “Se vendi Pogba si possono acquistare 3-4 Top Player”

Il direttore tecnico del Guangzhou Evergrande ritiene che la cessione di Pogba è un male necessario in quanto permetterebbe alla Juventus di rifondare la squadra come è successo nel 2001 con il passaggio di Zinedine Zidane al Real MadridSarà un grande sacrificio privarsi di Pogba ma sarebbero tanti soldi per comprare 3-4 giocatori e garantire la continuità“, ha dichiarato Lippi.

L’ex allenatore juventino ha poi spiegato come è avvenuto il passaggio di Zidane ai Blancos e quanto è stato importante per le successive vittorie bianconere: “Mi chiamò il dottor Umberto Agnelli e mi disse: ‘Marcello, ho una brutta notizia per te. Dobbiamo vendere Zidane, ma stai tranquillo che prendiamo 150 miliardi’. Zidane era il giocatore più forte del momento, era una grave perdita per noi. Comprammo Nedved, Thuram e Buffon e continuammo a vincere“.

Lippi: “La Juventus è più forte anche senza turnover”

Infine l’ex ct ha ancora una volta ribadito che a suo parere la Juventus è la squadra più quotata a vincere lo scudetto perché “ha qualcosa più delle altre a livello di mentalità“. Il club di Torino, ha aggiunto, “ha avuto degli infortuni importanti, per esempio non ha avuto praticamente Barzagli. Hanno dovuto giocare quasi sempre gli stessi giocatori e questo alla lunga potrebbe rappresentare un problema. La società potrebbe ricorrere ai ripari per rinforzare la rosa a gennaio, ma credo sia semplicemente la più forte“.

  •   
  •  
  •  
  •