Mercato Juve: Mino Raiola per la terza volta a Vinovo. Quattro i nomi sul taccuino, c’è anche Ibra

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

mercato juve

Mercato Juve: cosa ci faceva ieri Mino Raiola al quartier generale della Juventus per la terza volta nel giro di due settimane? Per chi non lo conoscesse, Mino Raiola è un procuratore e da molti viene considerati il re del mercato. E quando Raiola si muove, c’è qualcosa che bolle in pentola. Ieri a Vinovo “casualmente” si trovavano anche Agnelli, Marotta e Paratici, il presidente e gli uomini del mercato Juve. Si fanno solo ipotesi (Ibrahimovic su tutte) su quale possa essere stato l’argomento di discussione, ma forse ce n’è stato più di uno. Intanto Raiola è il procuratore di Paul Pogba, richiesto da tutte le principali squadre europee: Manchester City, Manchester United, Real Madrid e Chelsea. Forse Raiola e i dirigenti della Juventus hanno iniziato a gettare le basi per una possibile partenza del gioiellino bianconero, forse… Oppure hanno parlato di Mkhitaryan, altro assistito di Raiola, arrivato nell’estate del 2013 al Borussia Dortmund per 28 milioni di euro. Mkhitaryan è un attaccante duttile che può agire anche da trequartista, ruolo che in questo momento la Juve vuole assolutamente coprire, visto il modulo di Allegri. In agenda anche il nome di Balotelli, che al Liverpool sta giocando una pessima stagione e che con Allegri, al Milan, ha invece giocato probabilmente il suo miglior calcio negli ultimi tre o quattro anni. Infine il nome a sensazione per il mercato Juve: Zlatan Ibrahimovic. Varie voci dicono che per Ibra questo potrebbe essere l’ultimo anno a Parigi. Alla Juventus Ibra ha già giocato due anni, lasciando ottimi ricordi. Non è più un ragazzino (33 anni) e ha uno stipendio improponibile per una squadra italiana (15 milioni), ma con uno sforzo da entrambe le parti l’affare si potrebbe anche concludere: quando c’è Mino Raiola di mezzo, mai dire mai. Per il momento il mercato Juve in entrata è ancora fermo, anche se c’è la quasi certezza dell’arrivo di Sturaro a fine mese. Attenzione però a Raiola: grandi manovre all’orizzonte.

  •   
  •  
  •  
  •