Serie A, in cerca di occasioni: tutti gli svincolati di lusso

Pubblicato il autore: Mattia Emili Segui

 

Serie A svincolatiDi questi tempi, si sa, in Serie A si fanno accurati conti in tasca prima di spendere, e tutti sono alla ricerca dell’ occasione di mercato da non lasciarsi sfuggire. Dal 1° Gennaio i calciatori con scadenza di contratto il 30 giugno potranno trattare con altri club e sono molti i casi di accordi di rinnovo difficili con le proprie società o addii già annunciati. In questi giorni sta facendo il giro d’Europa la notizia che il portiere della Fiorentina Neto non rinnoverà con i viola, mandando su tutte le furie Della Valle e Montella. Marotta  ha subito avviato i contatti per portarlo a Torino e fargli studiare da vicino Buffon, per poi eventualmente succedergli quando il capitano di Juve e Nazionale appenderà i guantoni al chiodo. Sull’estremo difensore brasiliano non mollano però Liverpool e Roma. Percorso inverso invece potrebbe fare Giovinco, che fa gola anche al Torino. In casa viola non hanno ancora rinnovato altri “big” come Pizarro, Aquilani e Pasqual, quest’ultimo inseguito da mezza Serie A. Da Milanello si prevedono numerose partenze: svincolati a giugno saranno Pazzini, Mexes, Essien, Bonera e Abbiati, tutti ormai vicini all’addio ai rossoneri, chi per motivi anagrafici, chi per mancanza di spazi in squadra. A Roma, sponda giallorossa dopo diversi anni di prestiti e panchine, Borriello potrà cambiare definitivamente casacca, mentre in casa bianco-celeste è ormai un caso quello di Klose: il campione del mondo recordman di reti siglate ai mondiali, è stato scavalcato nelle gerarchie di Pioli da Djordjevic già da inizio anno, e la situazione inizia a farsi sempre più insostenibile per il tedesco. All’Inter Jonathan e Campagnaro dovranno essere valutati da Mancini prima di decidere sul loro futuro, mentre alla Sampdoria Romero, vice-campione del mondo, probabilmente saluterà Genova con il rientro tra i pali di Viviano.

Sono più di cento i possibili svincolati a fine stagione in Serie A, i quali, come ogni anno,  già riempiono i taccuini dei Direttori Sportivi italiani ed esteri.

  •   
  •  
  •  
  •