Milan, Galliani: “Abbiamo una prelazione morale su Baselli”

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

baselli milan

Durante il calciomercato invernale che si è concluso appena 4 giorni fa si è parlato molto di un interesse del Milan per Daniele Baselli dell’Atalanta. I rossoneri, che secondo l’ex ct Alberto Zaccheroni hanno poche possibilità di battere sabato la Juventus, hanno cercato fino all’ultimo di portare il centrocampista dell’Under 21 a Milano ma la trattativa alla fine è fallita. Il Milan aveva proposto per Baselli un prestito con diritto di riscatto ma ciò non avrebbe permesso all’Atalanta di aver il denaro necessario per trovare un sostituto del giocatore nel poco tempo rimasto per il mercato.

Il Milan, che non ha messo fuori rosa Mexes dopo la rissa nel finale di partita con la Lazio, non ha però ancora abbandonato la pista Baselli. Anzi, secondo quanto ha affermato l’amministratore delegato Adriano Galliani, il club di via Aldo Rossi è quello che in estate ha più possibilità di tesserare il talentuoso centrocampista.

Leggi anche:  Probabili formazioni Serie A - 10° Giornata

Baselli Milan: i rossoneri hanno “una prelazione morale”

Galliani ha risposto alle domande dei giornalisti al suo arrivo nella sede della Lega Serie A e ha confermato che il Milan ha di fatto prenotato Baselli per giugno. “Abbiamo parlato con l’Atalanta, con cui abbiamo ottimi rapporti.  – ha dichiarato l’ad – Ragionando abbiamo convenuto di riparlarne nei prossimi mesi, perché lui serve all’Atalanta e noi abbiamo molti centrocampisti. Ha detto bene Marino, abbiamo una sorta di prelazione morale, questo quanto ci siamo detti con Percassi. Baselli è in linea con le nostre esigenze“.

Galliani: “Il momento no dovuto anche a infortuni inspiegabili”

Galliani ha anche espresso la sua opinione sul momento poco felice della squadra e della lunga serie di infortuni che hanno colpito i rossoneri. “Il Milan il 14 dicembre era al pari del Napoli e dopo 5 partite aveva perso 10 punti. Non ho capito quello che è successo: per esempio ci sono stati tanti infortuni che vorrei mi fossero spiegati…”. Si tratta forse di una velata critica alla preparazione atletica dei giocatori?

  •   
  •  
  •  
  •