Inter, ombre sul futuro di Mancini: lo rivuole il City

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

Mancini

Tornano le nubi sul futuro di Roberto Mancini sulla panchina dell’Inter. Stando a quanto rivela la redazione Tuttomercatoweb, il Manchester City starebbe premendo per un clamoroso ritorno del tecnico jesino nel piano di rinnovamento voluto dal club inglese, che sarebbe pronto a investire sul mercato fino a 275 milioni. Mancini però non si siederebbe sulla panchina dei Citizens, dove dal dicembre 2009 al maggio 2013 ha vinto una Premier, una FA Cup e una Community Shield; per lui è pronto il ruolo di general manager con il compito di decidere del mercato mentre alla guida tecnica verrebbe chiamato il suo amico Sinisa Mihajlovic, in scadenza di contratto con la Sampdoria con la quale sta disputando un ottimo campionato. Al momento sono solo voci ma lo stesso Mancini non ha fatto mistero in passato di coltivare l’idea di un futuro da dirigente, ruolo pensato anche da Thohir quando decise di richiamarlo all’Inter lo scorso novembre al posto di Walter Mazzarri. E la proposta milionaria del City arriverebbe sul finire di una stagione che ai nerazzurri ha riservato ben poche soddisfazioni, al punto che si parlava di una clausola nel contratto di Mancini che offriva al tecnico la possibilità di svincolo in caso di mancata qualificazione alla Champions League. Il tecnico nerazzurro ha più volte smentito questa eventualità ma nel corso delle varie interviste ha fatto intendere che ogni discorso sarebbe stato rinviato a fine stagione ed ha anche sempre parlato bene della sua esperienza al City, non escludendo di volerci ritornare in futuro.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid streaming live e diretta tv Sky o Mediaset? Dove vedere il match di Champions League

L’opportunità si presenterebbe nel caso in cui la squadra allenata da Pellegrini, al momento seconda a -6 dal Chelsea capolista (con una partita da recuperare), non riuscisse a portare a casa la Premier League chiudendo la stagione senza titoli. A quel punto si aprirebbe un domino che coinvolgerebbe anche lo stesso Mancini

  •   
  •  
  •  
  •